Sublimare il concetto del profumo pensandolo come un gioiello invisibile: una trasfigurazione da vero intenditore. Nel caso specifico il copyright và a Mr. Pierre Arpels della celeberrima maison di Haute Joaillerie Van Cleef & Arpels. La firma americana divenne anche la prima del settore a lanciarsi nel campo della profumeria esclusiva dando vita ad un trend in costante ascesa. Fu così che nel 1976 nacque First, la cui boccetta volle richiamare la forma di un orecchino pendente a goccia e che a tanti anni di distanza resta un fiore all’occhiello della casa, simbolo di esclusività e classe. Ma una firma esclusiva punta all’eccellenza in qualsiasi sua creazione: per questo in casa Van Cleef è nata la Collection Extraordinaire. Se la natura con le sue delicate immagini e l’universo dei colori resta l’immaginario cardine di Arpels, con questa linea esclusiva si punta a mettere in risalto le materie prime più pure, garanzia di fragranze rare e per questo straordinarie.

Rose Rouge è la new entry della gamma, che punta a valorizzare ancor più la bellezza e la seduzione femminili. Unisex, floreale ma con note orientali, è firmata da Julien Rasquinet. Il naso, esperto nel settore dell’esclusività, ha creato un bouquet di note floreali e speziate in cui il fiore “regina” resta l’assoluto protagonista. Le note di testa e di fondo creano il mix perfetto per rendere la fragranza gradita pour homme et pour femme. Ribes nero, pepe rosa e bergamotto aprono l’accordo, mentre muschio, fava di cacao patchouli benzoino, vaniglia e vetiver lo chiudono. Ma è il cuore segreto di rosa, vetiver e lampone a sorprendere con note voluttuose. Il segreto è proprio uno dei tanti significati della rosa rossa, fiore notoriamente già simbolo di amore, devozione, ammirazione, bellezza, perfezione. In bocciolo è casta, al suo sbocciare riflette la bellezza del fiore degli anni. Il significato di passione è stato associato alla rosa rossa fin dalla mitologia greco-romana, per cui la rosa “degli amanti” era il fiore sacro a Venere / Afrodite. Il fiore sarebbe infatti nato dal sangue della dea che si ferì con le spine nel tentativo vano di salvare Adone, il suo amato. Inebriante ed evocativo, proprio come il fiore che gli regala il nome, è Rose Rouge di Van Cleef & Arpels.

CREDITS

foto Fabrizio Scarpa

Comments are closed.