Shape me: forme scultoree e geometrie che si alternano sul corpo sinuoso di una donna che sembra il punto d’unione tra il pianeta Terra e una galassia lontana: presente e futuro in un unione spazio-temporale di grande effetto. Coat oversize con lavorazioni artigianali si alternano a maxi cappucci realizzati in tessuto tecnico mentre i body in lycra stampata accentuano ancora di più l’alternanza delle forme in un gioco di contrasti, cromie perfettamente bilanciate. I macro pantaloni di pelle metallizzata che sembrano sculture di alluminio si sposano perfettamente con i collari-gioiello in materiale specchiato e aiutano ancor di più a definire nuovi codici stilistici: e voi, siete pronte per un nuovo viaggio?