Quando si dice: un giorno, per caso. Gli incontri più belli, quelli che danno vita alle storie d’amore più romantiche o alle imprese di maggior successo hanno spesso origine da eventi assolutamente fortuiti che prescindono da ogni volontà. È accaduto nel caso di Rahua, brand cosmetico fondato nel 2008 dall’hairstylist newyorkese Fabian Lliguin e dalla moglie Anna Ayers, stilista e trend forecaster, sulla base dell’amore per la foresta amazzonica e l’eco sostenibilità nell’industria della bellezza. Rewind. Durante un viaggio umanitario nella foresta pluviale amazzonica, polmone verde della terra, Fabian incontra le abitanti della tribù di Quechua-Shar e rimane impressionato dalla bellezza dei loro capelli: lunghi sino ai fianchi, neri, lucenti. In una parola: sani. Difficile in questo caso pensare ad una coincidenza o ad un semplice fattore genetico, visto che tutte le donne dell’area vantano la stessa dote. Fabian cerca di capire meglio e scopre che le abitanti utilizzano tutte un olio derivato dalla noce dell’albero di Rahua, che da secoli viene estratto naturalmente da loro stesse e usato per la cura di corpo e capelli. Di ritorno a New York, l’hairstylist decide di sperimentare il prodotto omaggiatogli dalle indigene sui capelli di una cliente afflitta da una chioma secca, spenta e senza vita. La bellezza del risultato lascia impressionati entrambi. La tentazione di sfruttare subito quanto appreso è forte ma bisogna farlo con cautela, perché Fabian ama quella regione e i suoi abitanti, e sa che le prime cose da preservare sono l’ecosistema naturale e l’equilibrio sociale.

Comments are closed.