Liquides Imaginaires , il marchio fondato da Philippe di Méo e David Frossard, crea profumi di carattere dal chiaro richiamo esoterico e mistico. Un percorso cominciato con la trilogia Les Eaux-Delà ispirata alla sacralità mistico religiosa e composta attorno alla nota di incenso, seguita da una seconda Les Eaux Sanguines dedicata ai vini sanguigni. Così, dopo Les Eaux Imaginaires, Les Eaux Arborantes  e  Les Eaux de Peau, Liquides Imaginaires , inizia la sua sesta trilogia olfattiva Eaux del’Ame (Acque dell’Anima). La prima creazione delle tre è l’affascinante Beauté du Diable.  Questa evocazione del profumo del diavolo, ispirata dal mito di Faust, è affidata al “naso” Louise Turner (Givaudan), creatrice di questo dolce incantesimo, dall’irresistibile fascino gotico. Questo Eau de Parfum è tanto seducente quanto pericoloso, come le conturbanti lusinghe dell’ Angelo caduto. Un compagno piacevole, anche di giorno, deliziosamente speziato al coriandolo, sfaccettato e ben equilibrato, tradotto olfattivamente da note di testa di limone, arancia amara e accordi di gin e assenzio. Il cuore ha un’estetica leggermente retrò, avvolto in un bouquet floreale con note speziate di chiodi di garofano, cipresso, geranio, ylang ylang e accordo di garofano. Alla fine, prima di scomparire in atmosfere notturne, urbane e fumose, grazie al vetiver Gaïac di Haiti, legno di guaiaco, labdano e cisto, crea una scia intrigante e seducente per tutti coloro che attraverseranno il nostro cammino. L’ accordo minerale umido “Cobblestone” ci porta in una dimensione di ciottoli bagnati delle città popolate da anime e cuori da prendere. Indomabile e sfuggente, evoca l’eterna tentazione tra la rassicurante eternità e la paura dell’ignoto. 

La Maison Van Cleef & Arpels amplia la propria Collection Extraordinaire con la nuova fragranza Santal Blanc N°2694IFG, una creazione del maestro profumiere Michel Almairac. Per la prima volta, l’iconico flacone è laccato di un bianco immacolato per riflettere la raffinata struttura olfattiva racchiusa all’interno. Il bianco è spesso considerato come un inizio di qualcosa, e allo stesso tempo può significare un processo completato che riguarda sia la parte spirituale che materiale. L’essenza si apre con le dolci note agrumate di mandarino e con le languide nuance di nettare di fico. La nota cipriata di violetta nel cuore della composizione aggiunge un tocco delicato all’olio essenziale di legno di sandalo proveniente dalla Nuova Caledonia, una varietà rara scoperta dalla profumeria occidentale durante il XIX secolo. Da allora i profumieri non hanno smesso di adoperarlo e fare tesoro del suo aroma unico, avvolgente e vellutato. Nel fondo, una nuvola di muschi avvolge la consistenza cremosa della nota di fava tonka, delicatamente mandorlata, sostenuto dalla forza del benzoino. La sensazione finale è un sandalo leggero, fresco e lattiginoso, da usare sia di giorno che la sera.

Penhaligon’s Terrible Teddy – A Fragrant Safari Ogni fragranza della collezione “Portraits” di Penhaligon’s è rappresentata da una testa di animale che adorna il cappello e rappresenta la personalità di ogni personaggio. L’artista islandese Kristjana S. Williams, laureata al prestigioso “Central Saint Martins” di Londra, ha combinato frammenti di dipinti vittoriani con illustrazioni e colori contemporanei. Questi profumi di carattere della Portrait Collection catturano la quintessenza avventurosa e aristocratica di Penhaligon’s. Terrible Teddy, del profumiere Quentin Bish di Givaudan, è un eau de parfum tutt’altro che morbida e avvolgente – basta guardare quella testa di rinoceronte dai toni dorati che funge anche da coperchio. Teddy, il rinoceronte : un animale potente che rappresenta la sostanza e la resistenza e simboleggia l’anticonformismo. Una nebulizzata e il viaggio inizia con le note piccanti di pepe rosa e pimento avvolte da incenso fumante. Nel cuore, calde note coriacee di cuoio, legno di cedro dell’Atlas e vetiver. Alla base i sentori ambrati della molecola di Georgywood fanno posto al sensuale patchouli e lasciando una sensazione duratura con toni più profondi di ambroxan.
Profumi di carattere etico e avventuroso arrivano da Le Couvent des Minimes, brand di nicchia francese certificato 100% Vegan dalla Vegan Society, con fino al 99% di materie prime di origine naturale. Le fragranze Anori e Solano arricchiscono l’esclusiva collezione Parfum Remarquables. Questo nuovo capitolo, guidato da Jean-Claude Ellena in collaborazione con Benoist Lapouza e Corinne Cachen, è una nuova lettura dei taccuini di Louis Feuillée, botanico di re Luigi XIV.  Un tributo ai venti, a volte caldi, a volte freddi, che lo hanno accompagnato nei suoi viaggi. Il primo profumo è Anori, un’impronta cristallina venuta dalle terre ghiacciate dell’Artico. Un vento floreale marino e pungente, dalla scia argentea incisiva e intensa. Le note di cardamomo illuminano il cuore fiorito e fresco della magnolia, sostenuto nelle note di fondo dal Legno Salato. Il suo bouquet è costruito con accordi legnosi. Solano, ispirato al vento caldo dal Sahara, è la seconda fragranza ambrata floreale presentata da Jean-Claude Ellena e Corinne Cachen. Nelle note di testa, l’essenza di Davana invita alla scoperta di un cuore dalle note raggianti e generose di Ylang-Ylang. Infine, le note di fondo uniscono con delicatezza il patchouli e l’essenza di fava tonka.

BYREDO – Slow Dance Slow Dance di Byredo è un profumo resinoso con un fondo gourmand di vaniglia, morbido e rotondo, adatto ai giovani ma non solo. Un omaggio ai momenti di passaggio, alla maliziosa innocenza, al desiderio più profondo. Il profumiere Jérome Epinette descrive la fiamma delle emozioni adolescenziali sulle note di un ballo lento nella penombra. In testa la resina ambrata di opoponax, o mirra dolce, lascia emergere una dolcezza sensuale simile al miele. Nel cuore i toni risoluti del labdano donano ricchezza e morbidezza. Mentre il geranio rende la composizione frizzante, la violetta polverosa assume una sfumatura languida e un po’ malinconica. Sul fondo, la vaniglia cremosa si contrappone al temperamento del patchouli dai sentori terrosi, giocando così tra luminosità e mistero. Come durante un primo ballo, dove l’imbarazzo si scioglie dolcemente e desiderio e sensazioni maschili si fondono con una femminilità sensuale. Slow Dance mescola la femminilità con la mascolinità, il dolce e l’amaro, in una fragranza calda che toglie il fiato e crea dipendenza.

photographer: Angela Improta

Write A Comment