Per il 16° anno, la Stazione Leopolda di Firenze accoglie il Pitti Fragranze, rassegna dell’arte della profumeria di nicchia, di esclusive linee cosmetiche e accessori. Ed eccoci (me inclusa), tutti lì, con i nasi all’insù, immersi in una nuvola di fragranze che nell’aria si confondono l’una con l’altra, tra mouillettes e bottigline che non hanno nulla da invidiare alle opere d’arte; a studiare, ricercare e selezionare quello che forse sarà il profumo 2018-2019 in un legame inevitabile tra fragranza, lifestyle e sensazioni personali. Oltre 220 espositori provenienti da tutto il mondo propongono le loro creazioni ai buyer. Di particolare interesse, la sezione Spring delle nuove proposte, o meglio, uno spazio riservato a maison nuove o che espongono per la prima volta nella sede del Pitti Fragranze. Mi piace citarle: 401 E’ Amatrice, 4160 Tuesdays, Abel Vita Odor, Alchimista, Atelier Oblique, Bohoboco PerfumeBon Parfumeur, Bravanariz,Ciatu – Soul Of Sicily, Francesca Bianchi,Parco1923,Sammarco,Sana Jardin, Sergio Scaglietti, Simone Andreoli Diario Olfattivo, Soul Couture Parfum, Surface, Waters + Wild.

Pitti Fragranze oltre ad essere una vetrina per i brand, rappresenta sempre di più un laboratorio di studio e di confronto per gli addetti del settore su tendenze, novità e mercati. Quest’anno, in particolare, tra i vari spunti di riflessione, si parlerà di:

  • Mercato e cultura della profumeria di nicchia in Italia e in Europa;
  • Materie prime: la Vaniglia e altri tesori del Madagascar;
  • Cina e Giappone: osservatorio su mercati e materie prime più amate in un talk di Chandler Burr;
  • Il programma di eventi completo.

Firenze, città d’arte che ama l’arte; durante i tre giorni di Pitti Fragranze si trasformerà in un grande salotto olfattivo in cui, musei, palazzi storici, giardini, boutique del profumo, concept store e ristoranti stellati, offriranno una propria “interpretazione profumata” attraverso cibo, arte, cultura e moda creando un unico fil rouge che accoglie alla luce di nuovi e stimolanti punti di vista, chi decide di viverla. Elenco degli eventi. In quanto amante dell’arte non posso non citare Inflorescent- Perfume in Art a cura di Olfattorio. Un evento originale composto da due percorsi: il primo, alla Stazione Leopolda con la presentazione dei marchi distribuiti da Olfattorio; il secondo a Villa Favard, sede di Polimoda, con una serie di installazioni artistiche dedicate alcuni marchi e conferenze con ospiti illustri come Nathalie Vinciguerra. Dove inizia una fragranza e dove finisce dunque? Lo scopriremo alla fine di questi tre giorni…forse…

Comments are closed.