È dalla mente visionaria di Silvia Monti, al secolo farmacista ma alchimista nell’animo, che nasce la collezione di fragranze di nicchia Peccato Originale, viaggio olfattivo e sensoriale grazie ad una vera overdose di note preziose, inusuali e intense. La fonte d’ispirazione arriva con il rinvenimento di rare ricette galeniche degli anni ’20 e, grazie alla sua attività di farmacista, Silvia Monti entra in contatto con persone di ogni genere arrivando alla conclusione che, molto spesso, la gente ha più bisogno di un rimedio per l’anima che una cura per il corpo. Da qui il desiderio di dare vita a una collezione di profumi che descriva le dualità, le distonie, le contrapposizioni, le ambiguità, le deviazioni, le forze e tentazioni dell’animo umano. E hanno nomi evocativi queste creazioni olfattive. Da Gas Antisociale, antidoto a base di zafferano, mandarino, oud e cuoio, a Iniezione di Morfina, una vera dose fatale di iris, rosa e fiori bianchi. E poi ancora Cantaride (pennellature), con caviale e semi di angelica, Essenza Miracolosa, dal cuore gourmand di caramello, vaniglia e amaretto, Tintura Spiritosa (a cucchiaini) dalle note speziate di noce moscata e pepe nero e, infine, Antidoto (reattivo), esperidato e con una nota particolare di Maté CO2. L’ultimo nato della collezione Peccato Originale? Polvere di Etere, presentato al Pitti Fragranze. Profumo luminoso che si apre con un accordo marino, anice stellato, bergamotto e fiori d’arancio, mentre il cuore poudré palpita con i fiori di geranio ed eliotropio. Il sillage, infine, accarezza la pelle ed inebria l’olfatto con il muschio bianco, l’ambra e la morbida vaniglia. Silvia Monti “prescrive” Polvere di Etere a chi vuole vivere in uno spazio tutto suo, etereo, libero da condizionamenti per poter essere ciò che realmente è. A chi ha bisogno di una sferzata di energia o di pausa in un viaggio sensoriale alla scoperta di sé stessi. Perché l’etere è, secondo gli antichi greci, la parte più alta, pura e luminosa dello spazio. È l’aria che solo gli dei respirano oltre il limite dell’atmosfera terrestre. È il quinto elemento di cui sono costituiti le sfere e i corpi celesti. la Pietra Filosofale che dona all’uomo la conoscenza assoluta e l’immortalità.

Comments are closed.