Lei, classe ’64, nata in Equador con base a NYC, artista del graffito. Lui, un profumo icona simbolo della felicità e indipendenza femminile. Sono Lady Pink, al secolo Sandra Fabara, e La Vie Est Belle di Lancôme. Nasce un sodalizio di carattere dove questa icona delle fragranze viene reinterpretata dalla leggenda della street art, Lady Pink. Prende vita così la nuova limited edition La Vie Est Belle Happiness. Scelta per la sua forza espressiva e impegno nel sociale, Sandra Fabara è una pioniera della street art di fama internazionale. Taggando treni e muri già negli anni ’70 sceglie un lettering inconfondibile che diventa presto la sua cifra identificativa. Così emerge nel panorama della urban art e si guadagna una reputazione formidabile in un mondo machista. Femminista convinta e impegnata socialmente, la “First Lady dei Graffiti” porta con sé un messaggio di empowerment, di responsabilizzazione, totalmente in linea con la filosofia Lancôme. La maison francese, quindi, le chiede di esprimere la propria visione di felicità portando con sé il messaggio “who will you make happy today”?. Ovvero “chi vuoi rendere felice?” e il risultato è un’opera d’arte in bottiglia. Il flacone si veste di graffiti rosa che ripetono all’infinito il nome della fragranza, il fiocco diventa più ampio a simboleggiare le ali della libertà. Il packaging esterno, invece, si trasforma in un simpatico murales che segue lo stesso spirito artistico. Lady Pink fa di nuovo breccia nel cuore delle donne (che già la seguono numerose sui social!). Ma stavolta lo fa scrivendo la sua idea di felicità e femminilità su un flacone. Boccetta che muta aspetto ma lascia intatte le sue preziose note olfattive: un accordo di fiori d’arancio, gelsomino, iris gourmand e patchouli. Un jus inconfondibile, dunque, creato da tre nasi d’eccezione, Olivier Polge, Dominique Ropion e Anne Flipo, che diventa oggetto da collezione. Autentico masterpiece e manifesto che rivendica il diritto alla felicità di ogni donna.

Comments are closed.