L’ultima fragranza di Chanel porta con sé e in sé tutto il fascino d’Oriente. E anche in questo caso l’ispirazione è frutto del talento e dell’intuizione di Mademoiselle Chanel. Del dono che Coco ha sempre avuto nel saper cogliere gli stili e fonderli con gusto e maestria. La fragranza si rifà ai preziosi paraventi di Coromandel, decorati con fiori orientali e misteriosi, con cui Chanel ricoprì le pareti dei suoi appartamenti parigini. Contraddistinti, invece, da uno stile classico. “La prima volta che, entrando in un negozio cinese, ho visto Coromandel, credevo di svenire per la felicità”.

Le note ambrate diventano il filo conduttore di questa affascinante storia d’altri tempi. Intensamente ambrate. Ad elaborarne la formula in tutta la sua eleganza è sempre lui Olivier Polge, dal 2013 mastro profumiere di Chanel. Nonché figlio di Jacques Polge, colui che dal 1978 indossò i panni di direttore della sezione profumi della maison. Terzo dopo Ernest Beaux, autore di Chanel No. 5, ed Henri Robert, creatore della successiva versione di questa grande icona. Le note di testa di Chanel Coromandel sono Agrumi, Neroli e Arancia Amara. Le note di cuore Rosa, Gelsomino, Rizoma di Iris e Patchouli. Le note di fondo Olibano, Labdano e Benzoino.

Write A Comment