Non c’è nulla di statico nel colore oro che, come il rosso, pulsa di energia compressa che si apre verso l’esterno, in un’espansione continua. Come ogni metallo, l’oro è estratto dal terreno, quindi legato alla creazione biblica dell’uomo. Una visione che era presente anche nell’antichità pagana così come nelle scoperte dell’antropologia, che vedono le età dell’oro, dell’argento, del bronzo e del ferro. L’età dell’oro è un tempo mitico in cui regnavano felicità, tranquillità e abbondanza. Ma perché proprio l’oro è diventato il simbolo del benessere? Prima di tutto perché è raro, poi perché – al vertice dei metalli preziosi –  è chimicamente incorruttibile e quindi simbolo di eternità. Non per niente era alla base della ricerca degli alchimisti. Senza dubbio, il make-up oro ha affascinato le donne per secoli, sin dai tempi di Cleopatra. E ora come non mai, la gioventù dorata delle beauty addicted potrà declinare la tendenza metallizzata all’infinito, con il vantaggio di utilizzare prodotti facili da padroneggiare.

Write A Comment