Con Chopard anche nella linea dedicata ai profumi si può parlare di “haute joaillerie”. Ciascuna fragranza è frutto di una meticolosa ricerca sensoriale che dallo studio della miscela perfetta arriva alla scelta del giusto e lussuoso packaging. La Chopard Collection con le sue boccette blu reale e il loro tappo oro ne è un esempio perfetto. Un evergreen del lusso che non conosce età, un oggetto da conservare sul proprio comò fino all’ultima goccia del suo profumo. Presentata per la prima volta nel 2017 la collezione si compone di quattro fragranze unisex: Magnolia Parfumé Au Vétiver d’Haiti, Vanille de Madagascar, Vétiver D’Haiti au Thé Vert e Néroli a La Cardamome du Guatemala. Ma il focus oggi è tutto sul primo, il Magnolia Parfumé Au Vétiver d’Haiti. 100ml di Eau de Parfum che combinano il profumo floreale della magnolia, fiore romantico, amante della luce e del sole, regale e prezioso, poiché catturarne l’essenza è assai arduo, con l’ambra vegetale e il delicato vetiver di Haiti, considerato un ingrediente raro e fondamentale in quanto è una delle poche essenze fissanti di origine vegetale. E collocato solitamente, per tale ragione, tra le note di cuore. Come, del resto, accade con Magnolia Parfumé Au Vétiver d’Haiti, profumo che vede protagoniste della sua ricetta anche foglie di violetta e pepe rosa sfe (supercritical fluid extraction) quali note di testa, e legni bianchi e legno di sandalo quali note di fondo. Il risultato è una fragranza dalla sorprendente complessità, che porta, non a caso, la firma degli ingegnosi nasi Alberto Morillas e Nathalie Lorson.

Comments are closed.