Avete presente che cosa significa essere il 2% di qualcosa? Se la risposta è sì probabilmente avete i capelli rossi, o avete un parente o un amico che li ha (oppure avete un’idea politica chiara..ma questo è un altro discorso!). Si stima che solo il 2% della popolazione mondiale abbia questa caratteristica. I capelli rossi sono un tratto genetico recessivo provocato da una serie di mutazioni nel recettore 1 della melanocortina (MC1R), un gene localizzato nel cromosoma 16 del nostro DNA. Che detta così sembra un superpotere che neanche la criptonite può scalfire. Ma provate a passare un pomeriggio su una sperduta isoletta greca in queste condizioni e poi ne riparliamo! A livello ereditario questa caratteristica, definita rutilismo o eritrismo, è trasmessa da entrambi i genitori che portano il gene dei capelli rossi ma non necessariamente hanno la chioma fulva a loro volta. Vale a dire che basta avere sia padre che madre con un parente anche lontano con i capelli ramati, per far sì che ci siano probabilità di avere figli “ginger hair”. Si tratta perciò di un percorso ereditario particolarmente arduo che salta generazioni. Un rapporto del 2007 nel The Couriuer-Mail, citato nel National Geographic Magazine, ha riportato che il cambiamento climatico sta minacciando il gene recessivo del rutilismo, che non adattandosi al clima caldo, potrebbe a un certo punto estinguersi, pur specificando che “entra in declino il colore, ma il potenziale genetico rimane in circolazione“. A noi di Lolaglam i capelli rossi piacciono molto e abbiamo fatto qualche ricerca per contribuire con la nostra quota anti-estinzione. Ecco cosa abbiamo scoperto.

Write A Comment