Una fragranza è sempre un viaggio, olfattivo e mentale assieme stimolato dalla perfetta alchimia di note scelte che compongono la piramide olfattiva e che conduce lontano. Con Cairo di Penhaligon’s  la meta è ben chiara così come le suggestioni. Il nuovo profumo dello storico marchio britannico ci trasporta nella capitale egizia, come una sorta di varco temporale, in un incrocio tra passato e presente tra spezie e aromi ancestrali. Creato dal maître parfumeur Christophe Raynaud, questa creazione nasce da una profonda ricerca fatta dal naso: i continui viaggi in Egitto gli hanno fatto capire e scoprire com’è la città oggi, immensa e brulicante, protetta dalle piramidi e attraversata dal Nilo, sensuale e calda. Le continue escursioni invece al Louvre gli hanno permesso di scoprire l’antica cultura egizia unendo così nella fragranza le due anime di questo antichissimo paese.

Crocevia commerciali di spezie e aromi, la piramide olfattiva di Cairo by Penhaligon’s è composta da ingredienti che ricreano il fascino delle antiche carovane, delle piramidi e del deserto, ma anche degli immensi bazar e di una città sempre in fermento. Per questo, le note di testa sono di zafferano e incenso, a testimoniare il sacro e il profano di questa città. Nel cuore la rosa damascena, una qualità dall’aroma intenso, pieno e rotondo, circondata dalla vaniglia che la rende ancora più morbida; infine il labdano, molto balsamico e rimando al mondo antico, alle Piramidi e ai Faraoni. Sul fondo tre pregiati legni per un finale molto carnale e caldo: il legno di sandalo dello Sri Lanka, quello di Cedro dei Monti Atlas e infine il patchouli, molto rotondo. Estremamente affascinante, Cairo è un omaggio a una città famosa fin dall’antichità per il suo cosmopolitismo, per la sua cultura e i suoi commerci, una fragranza ricca di calore, di vita propria come la città stessa, e di luce. Non a caso il colore dell’eau de parfum è un intenso oro.

Comments are closed.