“Bvlgari da sempre crede nelle “mani intelligenti” degli artigiani che hanno fatto dell’Italia il Paese di riferimento nel mondo del lusso. Oggi più che mai, con la produzione del Gel disinfettante Bvlgari nei laboratori di ICR a Lodi, una delle città più colpite dal Covid-19, quelle stesse mani diventano “coraggiose” e si mettono a disposizione di medici, infermieri, volontari per proteggerli.  Le “mani innocenti” che in prima linea ogni giorno lottano per salvare la vita di milioni di persone”.  

Sono tante le aziende del mondo della moda e della bellezza, ma non solo, che recentemente si sono attivate per combattere il Covid-19. C’è chi ha dato il proprio supporto con importanti donazioni e chi producendo prodotti disinfettanti. E c’è chi ha deciso di optare per entrambe le soluzioni. Come Bvlgari.

Dopo aver annunciato la grande donazione a sostegno dell’Ospedale Spallanzani, per l’acquisto di un nuovo microscopio 3D ad alta definizione, Bvlgari ha deciso di contribuire nella lotta contro il Covid-19 producendo un’immensa quantità di disinfettanti. E lo ha fatto in collaborazione con il suo storico partner di fragranze, ICR (Industrie Cosmetiche Riunite, Lodi), che ha previsto una produzione di 6000 pezzi al giorno, per arrivare ad un totale di 200 000 flaconi, riciclabili e da 75 ml, in circa due mesi. Come spiega il Jean-Christophe Babin, CEO di Bvlgari: “Grazie alla nostra esperienza nel campo delle fragranze, siamo stati in grado di sviluppare insieme ad ICR un gel disinfettante che sarà prodotto nello stabilimento di Lod,i dove vengono normalmente realizzate le nostre fragranze. Consapevoli della difficile situazione che stiamo vivendo, riteniamo che sia nostro dovere contribuire con il nostro know-how e mettere a disposizione le nostre strutture di produzione”

Write A Comment