2010 – 2018. La saga di Bleu de Chanel dura da otto anni, un arco di tempo sufficiente a fare la differenza tra un profumo meteora ed una fragranza nata per restare. Restare sì, ma senza mai annoiare. Dopo l’Eau de Toilette del 2010 e l’Eau de Parfum del 2014, entrambi firmati da Jacques Polge, BLEU DE CHANEL si addentra in un territorio inesplorato: quello del Parfum. E lo fa con la guida attenta del naso profumiere Olivier Polge: «La vera difficoltà stava nel trovare il tono giusto per esprimere ciò che può corrispondere a una concentrazione da “Parfum maschile”. Bisognava evitare di riproporre ciò che già esisteva, semplicemente amplificandone l’effetto. È possibile esprimere intensità e raffinatezza anche senza una forte esplosione olfattiva. Per questo ho voluto dare più spazio al legno di sandalo, lasciandolo entrare in fusione con il cedro e la freschezza delle note di testa.»

Bleu de Chanel le Parfum sprigiona tutta la potenza di BLEU DE CHANEL senza mai alzare la voce. L’eleganza naturale non è mai urlata, s’impone solo grazie al suo essere quello che è. La nuova fragranza modula le proporzioni di legno e agrumi delle due declinazioni precedenti. Subito riconoscibile, il cuore olfattivo rimane tatuato sulla pelle. Si distinguono gli accordi di apertura, le scorze rinfrescanti e l’effetto fresco della lavanda e del geranio. Ben presto, il cedro inizia a pulsare nel cuore della formula, attraversandola come una colonna vertebrale radicata nel terreno e proiettata verso il cielo. Ma è qui che entra in gioco un altro legno, che avvolge lentamente il cedro, si fa strada fino in superficie e fa vibrare tutta la sua potenza. Un sandalo vellutato, latteo, coinvolgente. Proveniente dalla Nuova Caledonia, è un legno raro coltivato anche grazie alla salvaguardia della filiera attuata da CHANEL. Frazionato, purificato e liberato di ciò che lo appesantiva, questo legno di sandalo rivela insieme la sua forza e la sua morbidezza. Un’energia nobile di cui non si può più fare a meno una volta provata. Un regalo all’uomo, che raramente gode di concentrazioni intense ed è spesso relegato nella zona grigia di una “freschezza” a volte banale ed uniformata. Ma non oggi. Il nuovo Bleu de Chanel è un parfum pensato per un uomo che non vuole assomigliare a nessun’altro se non a se stesso.

Comments are closed.