Pirelli The Cal 2018, Un Sogno Infinito

di Sabrina Mellace

Sono trascorsi solo pochi giorni dalla diffusione delle immagini scattate da Tim Walker per The Cal, il Calendario Pirelli 2018 e l’invasione mediatica su tutti i social è stata incredibile. The Cal è ormai un fenomeno culturale pop e le immagini ogni anno diventano virali a livello globale non appena vengono pubblicate. Nato nel 1963 (anche se la pubblicazione è stata interrotta dopo l’edizione del 1974 per 10 anni a causa della recessione), il Calendario Pirelli si è trasformato nel tempo seguendo le evoluzioni culturali e di costume. Etichettarlo come una semplice raccolta di foto di “pin-up” significherebbe non comprendere il suo ruolo, la sua importanza, il suo potere nel far sognare le persone.

E questo sogno si rinnova per la 45esima edizione del famoso calendario, dove Tim Walker ci porta nel paese delle meraviglie di Alice con una sua personale visione onirica e meravigliosamente gotica: ambientazioni incredibili e personaggi straordinari in questo mondo magico fatto di conigli parlanti, di regine di cuori del tutto nuove, di fiori che cantano e di cappellai matti. La caratteristica esclusiva di questa storia fotografica è che il cast è total black; 18 personaggi, alcuni già affermati e altri emergenti, tra i quali musicisti, attori, modelle e attivisti politici: Adut Akech, Adwoa Aboah, King Owusu, Lupita Nyong’o, Naomi Campbell, RuPaul, Sean “Diddy” Combs, Slick Woods, Whoopi Goldberg e molti altri. Le fotografie di Walker, oniriche e ultraterrene, da sempre evocano sensazioni simili a quelle del magico mondo del paese delle meraviglie di Carroll e negli scatti del calendario lo si nota ancora di più, grazie anche allo straordinario talento della scenografa Shona Heath, alla quale si devono  le straordinarie scenografie e installazioni che hanno permesso la narrazione creativa di questa versione di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Elementi del racconto che fanno ormai parte dell’immaginario collettivo vengono qui rovesciati: il Bianconiglio, ad esempio, diventa un coniglio nero, mentre le rose rosse della Regina vengono dipinte di nero dalle Carte da Gioco. Ed è così che la storia di Alice viene raccontata a una nuova generazione. Le sue Avventure nel Paese delle Meraviglie echeggiano nel mondo contemporaneo in cui viviamo, gli ostacoli che dobbiamo superare, l’idea di celebrare la diversità che affrontiamo ogni giorno. A ispirare il suo racconto per immagini è stata non solo la fantastica storia di Lewis Carroll, ma anche e soprattutto le illustrazioni che lo stesso Carroll aveva affidato a John Tenniel già in occasione della prima edizione del 1865 e che nel Calendario Pirelli 2018 si trasformano in 28 scatti realizzati in 20 diversi e straordinari set di un nuovo Paese delle Meraviglie. Una nota di assoluto merito va data allo styling di Edward Enninful, direttore responsabile di Vogue Gran Bretagna che ha sapientemente calibrato i costumi. Ne consegue che il Calendario non è semplicemente un ritratto autentico della fiaba, arricchito da un tocco dark e sensuale, ma una vera e propria storia delle persone che lo hanno creato: The Cal_2018, un sogno infinito, un vero oggetto del desiderio. Io avrei già un punto della parete dove appenderlo, e voi?