MFW – LOLA’S FRONT ROW: DAY 5

di Martina Antinori e Arianna Chierici

Tutte le cose belle purtroppo hanno una fine e anche il nostro frenetico fashion tour sta volgendo al termine! Quale fine migliore poteva esserci della nostra MFW se non un plateale ritorno all’ordine? Un ultimo giorno che dedichiamo all’essenza e all’essenziale. Mila Schön sfila tra rigore e femminilità , costruzione e misura anche nei gioielli. Calcaterra sceglie tagli puliti ma nel contempo morbidi e avvolgenti. Ricostru mixa materiali, pienezza e trasparenza, il tutto abbinato ad un make-up semi-lunare. Trussardi opta per capi lineari in un ormai rinomato interscambio tra maschile e femminile, i pezzi si sovrappongono perfettamente diventando l’uno parte del tutto. Au Jour Le Jour nella sua semplicità stupisce con il tema del reversibile per un possibile mondo upside-down.

Come lo spirito che si alterna tra il rigore della ragione e il turbinio del sentimento, la moda non può vivere che dei suoi opposti: dopo tanto colore ed eccentricità, si ricerca calma e purezza.

MFW – LOLA’S FRONT ROW: DAY 4

di Martina Antinori e Arianna Chierici

Prossima fermata? Accessori! Ebbene si, la MFW non riserva solo abiti dalle innumerevoli fogge e costruzioni, si compone anche di quegli accessori che diventeranno icone della stagione. Le sfilate di questo quarto giorno hanno creato giochi di contrasti anche nell’accessoriamento, non poteva quindi mancare il mondo Mini e Maxi! Missoni accompagna piccolissimi borsellini con scenografici cappelli a cascata. Jil Sander sfila con misurate pochette tubolari, invece Ermanno Scervino opta per morbide borse a mano. Gabriele Colangelo si unisce al trend del marsupio ma in forma assolutamente over, mentre Salvatore Ferragamo opta per delle borse a mezza luna abbinate in ordine di grandezza. Antonio Marras segue il filone delle borse con maxi shoulder-strap ma spicca per il trucco teatrale e acceso. In questa alternanza tra micro e macro si inseriscono anche le scarpe. Albino Teodoro inserisce cinghie XL su scarpe classiche, Aquilano Rimondi sceglie tacchi super bold mentre Cividini non rinuncia alla voga dei Kitten-Heels.

Ancora una volta tutti i gusti sono soddisfatti, dal mini al maxi c’è sempre l’accessorio che fa per noi!

MFW – LOLA’S FRONT ROW: DAY 3

Testo di Martina Antinori e Arianna Chierici

Chi si ferma è perduto, sono passati solo tre giorni e la MFW è ancora all’inizio! Oggi siamo stati catapultati in un altro pianeta, colmo di stravaganza e forti contrasti. Benvenuti nel mondo dell’extravaganza, dove colori accesi si incontrano e si scontrano in fantasie e stampe, dove paillettes e applicazioni non sono solo ornamento ma regnano sovrane sui look, un mondo dove tutto è possibile! Annakiki sfila in un inno anti-cellulare tra paillettes rosso fuoco, slogan e patch cartoon. Marco De Vincenzo non si limita decisamente nelle stampe, tra fantasie optical e azzardi cromatici raggiunge un perfetto equilibrio dell’eccentrico. Giorgio Armani, nella sua suprema eleganza adorna le modelle tra colli pomposi e collane bon bon, il tutto all’insegna del colore. Per finire Versace che non si risparmia mai in audacia, tra animalier su sfondo giallo e le uniche e inimitabili Top Model vestite solo di paillettes dorate.

Non c’è motto migliore per descrivere questa giornata: “Life in Techicolor”! Aspettiamo solo le sfumature di oggi!

MFW – LOLA’S FRONT ROW: DAY 2

di Martina Antinori e Arianna Chierici

Altro giro, altra corsa! Se il primo giorno di MFW ci ha fatto girare la testa con le numerose ispirazioni e citazioni, durante il secondo giorno abbiamo potuto cogliere le variopinte sfumature di un macro trend che sicuramente spopolerà nella prossima stagione! Uno stile classico rielaborato in chiave postmoderna, una MFW sovvertita nei dettagli, quasi a richiamare il fascino di alcune avanguardie artistiche. Vivetta propone così un elegantissimo cappello a tesa larga ma completamente in denim, oppure delle ballerine essenziali ma con surreali profili sul davanti. Fendi richiama l’intramontabile New Look arricchito da righe a contrasto, ma l’accessorio fa la differenza catapultandoci in un universo tropicale. Prada,tra camicie abbottonate e gonne longuette, inserisce capispalla con dettagli borchiati e stampe fumetto…fino a occhiali retro-futuristici. Anteprima crea una cappa classica ma in plastica con stampa effetto pizzo, Arthur Arbesser invece ci riporta nella fluidità degli anni ’20 insieme ad un impareggiabile mix di stampe e colori.

Nostalgia, nostalgia canaglia! Eppure il nuovo non smette mai di ammaliarci!

MFW – LOLA’S FRONT ROW: DAY 1

 di Martina Antinori e Arianna Chierici

Pronti, partenza, via! Il nostro fashion tour è appena iniziato e la MFW è già ricca di mille sapori. Le passerelle hanno ospitato innumerevoli ispirazioni. Emergono rievocazioni orientali sapientemente congiunte al mondo sporty-chic in N°21; Alessando Michele per Gucci non nasconde invece la nostalgia per i magnifici anni Ottanta e una perfetta convivenza tra retrò e futurismo negli accessori; costruzioni delicate e leggere per Alberto Zambelli che con i tessuti crea quasi delle armature romantiche. Ma anche il beauty non si ferma durante la MFW: dal trucco essenziale e cibernetico di Cristiano Burani ai dettagli sagomati sulle radici dei capelli per Alberto Zambelli.

Dopo un solo giorno di MFW non c’è citazione migliore di questa: Less is Bore! E oggi cosa ci aspetterà?