Tiffany & co. – the new fragrance

di Arianna Chierici

Tiffany & Co. torna con una nuova fragranza audace e intensa che celebra la purezza del marchio, creata da Daniela Andrier. L’effervescente musk fiorito è una ripresa dell’ingrediente più prezioso dell’alta profumeria tradizionale. Il profumo si apre con frizzanti note di testa di mandarino verde. Nel cuore, l’ingrediente protagonista è il prezioso fiore di iris. Prezioso perché è stata proprio una spilla a forma di iris incastonata con granati demantoidi e zaffiri del Montana che valse a Tiffany il premio più importante all’Esposizione di Parigi nel 1900. Raccolto in Francia durante i mesi di luglio e agosto, il burro di iris si ottiene attraverso un processo di estrazione che assicura un’intensità prolungata, pura e sensuale fino all’ultima nota. Questo ingrediente caratteristico infonde femminilità ed estrema raffinatezza. Le note di fondo sono un mix di patchouli e muschio. La struttura finale è inaspettata e senza tempo.

Il flacone in vetro si ispira ai tagli di diamante più iconici della casa. La base ricorda il Tiffany Diamond da 128,54 carati (forse il diamante giallo più raro al mondo, con 82 sfaccettature) mentre le linee pure e geometriche della parte alta evocano l’iconico anello di fidanzamento con diamante Lucida®. Un accenno del Tiffany Blue® mette in risalto il collo della bottiglia con l’emblematico disegno a T della Maison. Sotto il tappo, è nascosta una placchetta di metallo con inciso l’iconico marchio.

La purezza è l’elemento chiave di questa fragranza. La campagna è di Steven Meisel, che elimina tutto il superfluo per concentrarsi sulla natura più intima del brand e i suoi elementi più essenziali:
 il Tiffany Blue®, i diamanti, la pelle e il profumo. Le immagini, alludono in modo sottile all’esperienza sensoriale del profumo e sono centrate sui punti pulsanti del corpo: dietro le orecchie, il collo, i polsi. Evocano il particolare momento in cui la fragranza entra in contatto con la pelle nuda. Quattro le modelle scelte per rappresentare al meglio lo spirito molteplice di Tiffany: Vittoria Ceretti, Julia Nobis, Achok Majak e Georgina Grenville. Le modelle hanno preso parte, insieme a una galassia di celebrities ed influencers, ad un cocktail esclusivo per il lancio del nuovo profumo all’Highline Stages di New York durante la NYFW. La splendida voce di St.Vincent ha intrattenuto gli ospiti con una performance musicale, che ha incluso una cover di “All You Need is Love”, colonna sonora della campagna adv del nuovo profumo. Eppure, il flacone di cristallo che brilla grazie alla sfumatura blu del jus prezioso (e ci ricorda gli iconici gioielli di Tiffany) ci fa pensare sempre di più che, alla fine, all you need is Tiffany Blue®!

KISSES FROM NOLITA!

di Arianna Chierici – foto Sonia Marin

Nolita, il quartiere che inizia subito dopo Houston Street, è diventato una delle zone preferite del millennio e il quartiere più cool di Downtown. Bond No.9, brand noto per ispirare le sue fragranze ai luoghi più iconici ed eccitanti di New York, ha creato la fragranza perfetta per questo trendy neighborhood: Nolita Eau de Parfum.

Nolita si trova in direzione sud di Noho, est di Soho e ovest di Lower East Side, (da qui il suo nome). Una costellazione di strade strette e alberate, tremendamente di tendenza, è il vero nuovo terreno per l’élite di New York. Ha mantenuto da sempre l’atmosfera di quartiere in stile italiano con i tradizionali negozi, pur lasciando spazio a nuovi arrivati, come boutique e cocktail boites super esclusivi. Per Nolita Eau de Parfum, Bond No.9 ha preso ispirazione proprio dal mix strepitoso di tradizione e novità di questo eclettico quartiere.

Le note di testa sono un classico femminile, la fresia, contrastata da un guizzo ravvivante di mandarino – che rendono la scia olfattiva, un profumo perfetto per la primavera. Nel suo cuore, un inebriante gelsomino sambac che si unisce a un romantico giglio. A questo si aggiunge un caldo fondo di ambra, muschio e sandalo. Il flacone di Nolita è glamour ed eccentrico con un’esplosione di baci rosso fiamma, fucsia e rosa bubblegam bordati d’oro. Ma non è finita qui! All’Eau de Parfum si unisce il primissimo e cremoso rossetto rosso Bond No.9 da abbinare con la fragranza Nolita mentre si passeggia tra i viali alberati del nuovo distretto super cool di New York.

Profumo: l’arte di emozionare

gif Mike P. Baker

Metti due profumi: Dolce&Gabbana Light Blue Intense Pour Femme e Pour Homme, un gruppo di uomini e donne di diverse età e un blind test. Il risultato? Un racconto emozionale sorprendente su come sono state percepite le fragranze, realizzato per LolaGlam da un’ospite d’eccezione: Vanessa Caputo di Beauty Scenario

Di tutti i prodotti di bellezza il profumo è l’unico in grado di suscitare emozioni contrastanti e nel contempo scatenare ricordi sopiti nella memoria con estrema intensità. Profumo che viene percepito diversamente da persona a persona in virtù delle passate esperienze e della memoria olfattiva.  Ecco perché abbiamo deciso di presentare una selezione di fragranze dal punto di vista emozionale; un racconto corale fatto da persone di età e sesso diverso che sono si sono prestate ad un blind test, ovvero hanno avuto modo di “annusare” e provare una fragranza senza conoscerne il nome e il brand, senza neanche vedere il packaging, per non essere influenzate nelle loro risposte. Siete curiosi di sapere le emozioni e i ricordi evocati da Dolce&Gabbana Light Blue Intense Donna e Uomo tra chi ha testato il profumo? Continuate a leggere.

Continue Reading

Twilly d’Hermès

di Anna Maria Negri
foto Angela Improta – art direction Andrea Bettoni

Creata dalla straordinaria Christine Nagel, in-house perfumer della Maison, Twilly d’Hermès batte al ritmo pulsante di una gioventù vivace e impertinente. Guidata da un desiderio incessante di scoprire nuovi ingredienti e profumi originali, Madame Nagel, già acclamata genitrice di grandi capolavori olfattivi come Narciso Rodriguez for Her, Si di Giorgio Armani, Flash di Jimmy Choo, almeno sei jus di Joe Malone e l’Eau de Cartier, per questa nuova “fatica”, questa signora svizzera che ha mosso i suoi primi passi come ricercatrice chimica, per poi passare alla profumeria sotto la sapiente supervisione del famoso naso francese Michel Almairac, è andata assolutamente controcorrente.

Ha unito un insieme di desideri e intuizioni messi al servizio di una reinterpretazione di tre materie prime: lo zenzero, la tuberosa, il sandalo. Freschezza, mistero, legno. Note piccanti, solari, tenere. Tre materie tradizionali che, mixate in modo diverso, si trasformano in grinta impetuosa, conturbante attrazione, passionalità da scoprire. Implicita sensualità. Erotismo lunare. Dolcezza inalterabile. Ma anche eterna leggerezza, come sospesa a un filo di seta. Lo stesso filo che avvolge come un foulard il flacone di Twilly d’Hermès, uno “spaghetto” di seta a colori che cinge il tappo a forma di bombetta, ultimo tocco di esuberante fantasia.

DAL TRAMONTO ALL’ALBA E VICEVERSA.

di LolaGlam – foto Mike P. Baker

In vacanza il mondo sembra dividersi in due. Da una parte c’è chi vive dall’alba al tramonto e non vede l’ora di fare quello tutto quello che gli pare nelle ore che di solito passa al lavoro. Dall’altra c’è il popolo della notte, che si mostra soltanto dal tramonto all’alba, finalmente libero dalla schiavitù della sveglia. Sono due mondi divisi, apparentemente lontani. Eppure c’è un momento, quando la luna e il sole si litigano il cielo, in cui questi due mondi estranei si sfiorano, si spiano e si annusano a vicenda, incrociando per pochi intensi attimi la loro scia olfattiva.

Dall’alba al tramonto
Ck All: fragranza agrumata fresca, frizzante e unisex dal carattere energizzante
Elizabeth Arden White Tea: femminile ed estremamente raffinata, a base di tè bianco che evoca una piacevole sensazione di benessere
Clinique Aromatics in White: foglie di violetta, pepe di Sichuan, acqua di rosa, ambra, muschio
e benzoino compongono questa fragranza elegante e sofisticata

Dal tramonto all’alba
Michael Kors Extreme Night: maschile ed audace, caldo e orientale. A base di legni e pepe nero con un fondo di fava tonka.
Azzaro Solarissimo Marettimo: una nuova creazione maschile perfetta per la stagione calda,
a base di note marine e note legnose
Ck Eternity Summer: femminile sensuale, in edizione limitata, la nuova fragranza CK è calda
e fresca al contempo, come un tramonto nel deserto. Note aromatiche e acquatiche si fondono e incontrano un seducente fondo muschiato e legnoso.

La sensualità di una fragranza fuori dal tempo

di Anna Maria Negri – foto Ivan Genasi

L’odorato offre un misterioso accesso al tempo. La madeleine di Proust vale più di un lungo discorso. Un profumo, un odore non solo ricordano un istante del passato, ma lo restituiscono come fosse un presente che continua ad essere, oltre l’oblio. Tempus fugit… ma per l’olfatto il tempo semplicemente non esiste. Cosa c’è di più sensuale di un momento che può durare una vita e viceversa?

Continue Reading

GABRIELLE CHANEL, ICONA DI LIBERTA’

di Anna Maria Negri

Gabrielle, la nuova eau de toilette della Maison Chanel è un’ode alla conquista più grande per una donna: la libertà. “Decisi chi volevo essere, ed è quello che sono” diceva Gabrielle Chanel, meglio conosciuta come Coco.

Continue Reading

Genderless: CK ALL di Calvin Klein

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

In una bottiglia bianco opaco caratterizzata dal medesimo design dei suoi predecessori, CK All, il nuovo profumo unisex di Calvin Klein è il manifesto della rinnovata androginia, simbolo della fluidità contemporanea della nuova generazione, quella che rifiuta i preconcetti, i limiti e i ruoli della società. L’identità di genere è oggi un tema di grande attualità che attira non solo l’interesse dei media ma anche quello dei trend-setter. Tema contemporaneo e di tendenza, il genderless è la rivendicazione moderna della sovrapposizione tra maschile e femminile e la moda con il suo pioneristico senso anticipatore compie una nuova ridefinizione di iconoclastia.

Continue Reading

LE DUE FRAGRANZE DI AESOP

di Anna Maria Negri

Sapevate che Aesop è anche fragranze? Due sono le profumazioni del marchio. Entrambe creazioni olfattive dotate di carattere e personalità, sono il risultato della selezione di ingredienti botanici dal piacere inaspettato e casuale. Creato da Aesop in collaborazione con il naso Barnabé Fillion, Marrakech Intense, pensato per l’uomo e per la donna, bilancia le note sensuali di Neroli e Gelsomino con Sandalo, Legno di Cedro e Bergamotto. La città di Marrakech resta l’ispirazione primaria – per gli odori evocativi delle spezie, i colori intensi dei suoi suk e del deserto circostante, o per la calda ospitalità tipica delle tradizioni marocchine. Le preziose note di sintesi e metodi alternativi di distillazione ed estrazione hanno permesso di infondere nelle materie prime e nelle note chiave vivacità e forza. L’Assoluta di Gelsomino Egiziano pervade la fragranza con sensualità, legando tra loro le note più speziate. Tacit di Aesop nasce da due ispirazioni: le note fresche dell’acqua di colonia e la costa mediterranea per la sua cultura, la sua topografia e la sua suggestiva vegetazione. Nata in collaborazione col naso Céline Barel, la sua formula innovativa fonde ingredienti raffinati provenienti da tutto il mondo. Tacit rivela sia un animo familiare, esaltato dalle note agrumate dello Yuzu, che contemporaneo, per l’uso generoso del Basilico, con sfumature delicatamente speziate dai di chiodi di garofano. E come suggerisce il nome, Tacit allude a una conoscenza compresa prima sulla pelle che attraverso il ragionamento.

Une Histoire d’Orangers

di Anna Maria Negri

L’Artisan Parfumeur  ha lanciato Histoire d’Orangers, una nuova fragranza unisex, che non è soltanto un bel nome, ma anche l’evocazione di un bel ricordo, quello della creatrice del profumo Marie Salamagne, all’ombra degli alberi d’arance amare. Maria Salamagne, appassionata di danza e di pittura e alla continua ricerca di emozioni coinvolgenti, ha viaggiato molto. Riporta da ogni viaggio ricordi fragranti nei suoi taccuini, le cui note si traducono in formule di profumi sensuali. Un avventura che ha lasciato un’impronta profonda in lei, rendendola una persona diversa, è stato il viaggio in Marocco nella valle di Souss, ai piedi delle colline dell’ Anti-Atlas, tra i paesaggi maestosi di Tazenaght e i colori del tramonto sui bastioni di Taroudant. Histoire d’Orangers è un tributo alla memoria del contrasto tra il calore del suolo che crea il terreno con il sole a picco e la freschezza dell’ombra degli alberi di arance amare.

In testa si riconosce subito la purezza dell’olio essenziale di neroli, dolcemente squisito e leggero mentre l’impronta digitale molecolare di tè verde sembra aumentare di peso. Segue il fiore d’arancio e il muschio hevletolide, un versatile ingrediente sintetico realizzato dalla società Firmenich, che grazie alle leggere sfumature fruttate di pera matura aggiunge un’atmosfera meravigliosa senza alcuna connotazione animale. Il fondo del profumo, ispirato dall’atmosfera marocchina, evoca le note solari con un sovradosaggio di ambrox , come tessuto di seta sulla pelle riscaldata dal sole , che duetta con la fava tonka dalla morbida sfaccettatura mandorlata e fa da eco all’olio di argan che si trova ovunque nella valle di Souss. Histoire d’Orangers, evoca più che un semplice souvenir: rammenta luoghi e sensazioni altrimenti evanescenti nella memoria, catturando effluvi olfattivi in un sillage che celebra la luminosità del Mediterraneo.

LOUIS VUITTON, iL PROFUMO HA UNA SECONDA PELLE

di LolaGlam

Per Louis Vuitton utilizzare il cuoio durante la progettazione delle Travel Cases per i propri profumi è stata semplicemente una scelta naturale. Se lo spirito del viaggio potesse trasformarsi in un materiale tangibile e malleabile e poi ispirare le più belle creazioni della Maison, assumerebbe proprio la forma del cuoio: il cuore del savoir-faire Louis Vuitton, dalla pelletteria alla profumeria. È questo lo spirito con cui hanno preso vita le Travel Cases, un’elegante linea di custodie che abbracciano le boccette come una seconda pelle, per un trasporto sicuro in qualsiasi viaggio, che sia verso mete lontane o vicine. Pratiche e leggere, queste custodie permettono di rinnovare l’esperienza olfattiva delle fragranze ogni volta che lo si desidera durante tutto il giorno e in qualsiasi luogo. Grazie ad un’elegante fibbia, le custodie da 100ml e 200ml avvolgono e proteggono le bottiglie con stile. Il Flaconnier invece contiene tre fragranze, e si ispira ai bauli che furono progettati per le eleganti signore degli anni ’20. Gli elementi distintivi di Louis Vuitton si ritrovano tutti, dal rivestimento imbottito con motivo «malletage» e cinghie in ecru, agli angoli rinforzati, al lucchetto inviolabile «multigorges» che caratterizza ogni baule Louis Vuitton dal 1890. La leggenda vuole che Georges Vuitton, figlio di Louis, sfidò perfino Henry Houdini a liberarsi da uno dei suoi lucchetti… Il pellame è in cuoio naturale, signature della Maison, che si trova anche nelle fragranze con l’infuso di cuoio creato da Jacques Cavallier Belletrud. Proprio come un profumo vive in modo unico su ogni singolo individuo, il cuoio segue la vita del suo proprietario, con un’intimità ancora maggiore e, nel tempo, sviluppa una patina unica e diversa ogni volta. Così come la pelle e il cuoio diventano un unico elemento, anche la custodia e il profumo si fondono, in maniera ideale per qualsiasi viaggio.

L’alta profumeria di ALYSON OLDOINI

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

Alyson Oldoini  non accetta nessun compromesso sulla qualità, esaltando l’eccellenza italiana del design abbinata al prestigio dell’alta profumeria francese. Le sue fragranze si distinguono per la purezza degli oli ad alta concentrazione, provenienti da Grasse, in Francia e la persistenza del loro sillage. La ritualità del gesto manuale nell’atto di nebulizzazione di ogni singolo profumo, evoca il concetto di “rewind” dei momenti preziosi di una vita, attraverso un viaggio in prima classe nella memoria olfattiva. Per rendere facilmente disponibile questa emozionante gestualità, i Luxury Scents Alyson Oldoini si trasformano anche in edizione ricaricabile con un packaging dall’effetto coccodrillo argentato. Valido compagno di viaggio, il tasto erogatore è stato studiato per amplificare la percezione olfattiva della micro-nebulizzazione, e basta pigiarlo per cambiare la fiala custodita all’interno. Ognuna delle essenze, contraddistinte dal nome del luogo di origine, è estratta tramite complessi metodi che appartengono alla tradizione dell’ Haute Parfumerie, aggiungendo così valore all’esclusiva carta d’identità presente in ogni confezione.
Diafana Skin, è una fragranza estremamente femminile che assomiglia alla sua eclettica creatrice, l’aristocratica italiana Alyson Oldoini. E’ un’esplosione di femminilità talcata e floreale dagli accenti bon ton, con una piramide olfattiva rivoluzionaria, verticale e non evolutiva. Tra i suoi ingredienti insoliti troviamo camomilla e mimosa, canapa indiana, papavero, mirra e noce di cocco. La formula aldeidata e feromonica, che propone una nuova concezione alchemica che si posiziona tra prodotto di bellezza e profumo, come una vera  e propria  make up fragrance che sublima ogni carnagione, nasce dall’intuizione di due profumiere d’eccezione di Fragrance Resources, Annelise Heberard e Joëlle Patris Lerioux. L’universo maschile invece è rappresentato da Crystal Oud, decretato il profumo dell’anno 2014 dall’autorevole Michael Edwards, autore del libro “Fragrances of the World”, universalmente riconosciuto come la “Bibbia” della profumeria. Per questa creazione, Alyson Oldoini ha collaborato con il rinomato maestro profumiere normanno Benoist Lapouza, allievo di Pierre Bourdon e direttore creativo di Fragrances Resources France di Parigi. Crystal Oud , rappresenta simbolicamente il punto di connessione tra l’Ovest ed il Medio Oriente e la sua formula dosa sapientemente il vetiver e il balsamo di oud con l’ avvolgente ed accattivante sentore di tartufo bianco.

Continue Reading

FRAGRANCES IN MOTION AWARDS BY OLIBERE

di LolaGlam

Quando Marjorie Olibere ci ha contattati per entrare a far parte della giuria della seconda edizione italiana del Fragrances in Motion Awards ci siamo davvero emozionati: i profumi toccano i nostri cuori, risvegliano la nostra visione e cambiano il modo in cui vediamo le cose. Ci portano in altri luoghi, aprono le porte e le menti. I profumi, proprio come i film, sono la memoria della nostra vita. E come la nostra vita, anche la nostra memoria olfattiva è unica e irripetibile: l’interpretazione di un profumo è sempre assolutamente personale. Per questo Marjorie Olibere ha creato il concorso internazionale Fragrances In Motion Awards, una competizione originale che offre la possibilità a filmmakers, professionisti e amatoriali, di interpretare liberamente l’ultima fragranza Olibere attraverso un cortometraggio di due minuti e mezzo al massimo.

Il concorso è aperto a tutti e i partecipanti riceveranno un campione di 5 ml della nuova fragranza Olibere, che servirà ad ispirarli per creare la loro personale interpretazione cinematografica per Fragrances In Motion Awards. Il nome della fragranza invece rimarrà segreto, per evitare di influenzare i filmmakers e lasciarli completamente liberi di esprimersi. Oltre all’interesse artistico, il concorso è anche una grande occasione di visibilità. I film finalisti saranno trasmessi durante il Filmmaker Festival e attraverso altri supporti e piattaforme tra cui i social media. Inoltre i registi selezionati saranno invitati a Milano per partecipare alla cerimonia di premiazione, che si terrà a Dicembre. Diversi i premi previsti, in denaro e di altro tipo. Tutti i dettagli sul sito.

Non vediamo l’ora di emozionarci per la tua idea..Il termine per l’invio del tuo cortometraggio è il 15 ottobre 2017. Qui il link per conoscere il regolamento, iscriverti e richiedere il campione della fragranza. Luci, macchina da presa, azione!