PRADA OLFACTORIES: LES MIRAGES

di Anna Maria Negri

Dopo l’uscita dei primi dieci profumi della collezione, Prada Olfactories si arricchisce di quattro nuove creazioni unisex, reinterpretando i codici delle fragranze orientali: ecco la subcollezione Les Mirages. Storicamente la Maison Prada affronta il principio di identità universale, in tutte le sue dimensioni e complessità. Il femminile incontra il maschile, il reale si unisce all’immaginario e il presente al futuro. Come in un sogno cinematografico che si ricorda solo in parte, dove il quotidiano diventa prezioso. Da queste sensazioni nasce la collezione Les Mirages di Prada Olfactories.

Guidata dalla visione creativa di Miuccia Prada, la creatrice di fragranze Daniela Andrier traspone queste riflessioni sul tema dell’Oriente, per decostruirlo e ridefinirlo in un’altra dimensione. Ogni composizione è un punto su un mappa immaginaria, una destinazione che ci porta altrove, tra sogno e realtà, che ricorda un tempo passato e la percezione del momento presente. La tradizione e i materiali ricchi si combinano con la modernità della collezione: tutte le fragranze sono racchiuse in una bottiglia in vetro blu scuro decorato con una piastra dorata. Il cappuccio è evidenziato con oro e vestito con l’iconico Saffiano della Maison.

Miracle of The Rose
Sensuale e decadente, Miracle of The Rose è di un’eleganza floreale inquietante. La celebrazione della carnosa e opulenta rosa, un fiore elegante con una profondità quasi insondabile, in un labirinto di spine. Frammenti sensoriali in contrasto con la tradizione combinano elementi contraddittori, con un effetto inebriante. Una fragranza con un evoluzione dal senso architettonico profondo: cuoio dalla sensazione quasi tattile, potenti accordi di patchouli, oud, legno di agar e foglie di tabacco come strati sovrapposti nei secoli. Eppure accanto, le delicate ma potenti note di Rose Absolute e Patchouli diventano via via più nitide.

Soleil au Zenith
Un’armonia di esotico e prezioso. Un caleidoscopio di sensazioni olfattive, proprio come attraversare un mercato di spezie orientali. Un cremoso Ylang Ylang fonde le sue dolci sfumature con quelle fruttate della pesca, attraversato con essenze sofisticate di legno di sandalo che arrotonda l’intera composizione con i suoi accenti vellutati. Il fondo è costruito su una profonda e scura base speziata di vaniglia, noce moscata, cannella, pimento e cumino.

Dark Light
Come un lampo che si insinua nella coscienza, un bagliore impercettibile nell’oscurità del cielo appena prima di una massiccia tempesta. L’atmosfera è elettrica e in un istante, tutto assume un’altra dimensione. Una fragranza che incarna l’abbraccio tra naturale e sintetico. Anima ciò che è familiare, amplificando le sensazioni che provocano i simboli più antichi di cultura e devozione: muschio animale, vera vaniglia del Madagascar, mirra, angelica e l’aura complessa dell’Opoponax. Unendo il calore dell’ambra alla fresca pulizia delle Aldeidi, Dark Light definisce e sfida al tempo stesso le fantasie orientali, ricche di antiche resine e di preziosi elisir di inestimabile valore, per decostruire il mito dell’esotico verso la celebrazione del fascino artificiale.

Midnight Train
Purtroppo questa intensa fragranza calda e secca viene venduta esclusivamente in negozi Selfridges del Regno Unito e Prada in Medio Oriente. Midnight Train evoca un calore polveroso, un intangibile colpo di vento sulla sabbia. Le memorie si mescolano e collidono, spronate da fragranze in viaggio verso ampie distanze aride da città aromatiche: agrumi, dolce legno di cedro del Texas, cisto legnoso dell’Andalusia e patchouli indonesiano in un vortice intorno a un accordo di ambra luminoso e caldo.

Con Les Mirages, Prada Olfactories ci rapisce ancora. Non vediamo l’ora di vivere la prossima tappa di questo viaggio.

You may also like