eau de Vignes: IL PROFUMO DELLA LUCE

di Cristina Minelle – foto Paola Dossi

Sono spruzzi che regalano felicità quelli di Eau de Vignes, ultima nata tra le Eaux Fraîches di Caudalie. Profumo di una nuova stagione che sboccia sulla pelle e ha il sapore di un giardino segreto, ricco di luce…scorza di agrumi, foglie umide di rugiada e petali appena raccolti tra le dite. Lo scenario è d’eccezione: le vigne di Chartreuse in una giornata d’estate. Eau de Vignes nasce da ricordi, quelli di Mathilde Thomas, fondatrice di Caudalie. Gocce di memoria che scivolano sulla pelle: iris, salvia schiarea e pepe rosa, ma è il ‘tempo di posa’ a trasformarli nei tuoi. È un’acqua che cattura la luce dall’alba al tramonto e riproduce il calore dei raggi che illuminano l’erba. Ora sono le fragranze a donare l’effetto glow non più prerogativa solo del make up. Una sfida non facile riprodurre olfattivamente la sensazione di luminosità ma essenze giuste e formule precise possono vincere anche i concetti più astratti.

Ma che profumo ha la luce?
Ingredienti agrumati: il bergamotto dà un effetto radioso e l’arancio aggiunge vivacità con emozioni scintillanti ma è il limone che gioca con le ombre. La luce più bianca del mattino, invece, si ottiene con un accordo di muschio, incenso e ambrox. Catturare la luce sul viso dona un incarnato bonne minne ma è con le essenza luminizers che si ritrova il buon umore e l’energia, si rigenera il corpo e si sciolgono i pensieri. La direzione è la luminoterapia per stare bene e ritrovare vitalità. Eau de Vignes è un’acqua della nuova era per le illuministe che hanno sempre la luce à porter!

You may also like