Claudia Schiffer, la Barbie perfetta!

di Sabrina Mellace

Era il 1990 e Claudia Schiffer iniziava la sua carriera a Parigi. Il mondo della moda (e non solo) assisteva al miracolo della donna perfetta: altissima, bionda, con un viso angelico e una forte somiglianza con Brigitte Bardot. La prima campagna Guess Jeans, i  primi editoriali…Claudia Schiffer entra subito nell’olimpo delle Top Model. Erano gli anni novanta e nell’immaginario collettivo Claudia era molto di più, incarnava in modo assoluto la perfezione della bambola per eccellenza: la Barbie. Ellen Von Unverth capisce immediatamente di cosa si sta parlando e pubblica un editoriale per Vogue Italia con lo styling di Alice Gentilucci, l’hair-styling di Ward e il makeup di Francois Nars. Le foto vengono pubblicate sul numero di Luglio: un successo enorme! Ispirandosi ad uno di quei famosi scatti, che ritraeva Claudia in un abito di maglia dorata firmato Gianni Versace, la Mattel ha deciso di creare la Barbie-Schiffer: capelli lunghissimi e abito super sexy per una nuova versione della bambola che celebra i trent’anni di carriera della Top Model e l’uscita del libro edito da Rizzoli intitolato Claudia Schiffer. Un abito molto simile è stato indossato dalla top nel gran finale della sfilata Versace che si è svolta lo scorso 22 settembre a Milano durante la quale Donatella ha voluto omaggiare il fratello con un grande tributo, invitando le vere e uniche top model a celebrare Gianni. Claudia Schiffer. Una carriera fatta di enormi successi e ben 700 copertine internazionali. Gigi, Kendall e Cara.. vi amiamo tantissimo. Ma la prima Barbie non si scorda mai!

You may also like