URBAN DECAY: PELLE IN REHAB!

di Nicole Pellegrino

Ti capita spesso di fare tardi la notte? Non sai cosa significa andare a letto alle 9 di sera? Se hai risposto sì ad entrambe le domande, allora hai assolutamente bisogno di donare alla tua pelle un po’ più di cure e attenzioni. Urban Decay, famosissimo brand americano, ha lanciato la nuova linea di prodotti per lo skincare quotidiano Urban Decay Rehab Collection, che dona alla pelle perfezione, idratazione e luminosità immediata. Tutti i prodotti della linea Rehab Make up Prep preparano la pelle per l’applicazione del trucco. Ecco la gamma:

Continue Reading

Christian Louboutin: the Treasure Totes

di Sabrina Mellace

Il Messico e i suoi colori, la penisola dello Yucatan e i sorrisi delle donne che lavorano su primitivi telai con incredibile leggiadria. Qui il Designer Christian Louboutin continua la scoperta dei “tesori nascosti” con le sue Treasure totes: nella scorsa stagione in supporto al lavoro delle donne senegalesi del CSAO aveva presentato la Africaba, realizzata con l’intento di aiutare le giovani madri senegalesi in difficoltà. E dopo il successo di questa iniziativa un nuovo “tesoro” viene svelato con la coloratissima Mexicaba bag, reallizzata in collaborazione con Taller Maya, un Design Brand che lavora con artigiani dello Yucatan per creare pezzi unici in grado di trasferire un grande valore culturale. Taller Maya fa parte della Fundacion Hacienda  del Mundo Maya che da anni opera sul territorio con la finalità di aiutare l’artigianato locale dove la tradizone del ricamo e dei telai è stata tramandata di generazione in generazione dalle madri alle loro figlie. Tradizione che ritroviamo nella Mexicaba Bag, formata da pannelli di cotone lavorato a mano arricchiti da vivaci ricami e perline tradizionali. ­La carica accattivante di Mexicaba continua anche all’interno della borsa con un rivestimento esclusivo Loubiskull che rende omaggio al popolarissimo ed amatissimo Dia De Los Muertos. Ancora una volta Christian Louboutin ci propone un vero tesoro da scoprire, da collezionare e da indossare.

L’estate tra i capelli

di Anna Maria Negri – Foto Paola Dossi

Capelli prima delle vacanze: ecco un vademecum “salvachioma”! L’arrivo dell’estate è il momento giusto per la classica “spuntatina”. Eliminare le punte rovinate prima dell’esposizione a sole, vento e salsedine certamente fortifica e conferisce al capello un aspetto più sano. Tra l’altro consente di ridurre la chioma di soli pochi centimetri, mentre il rischio non intervenendo subito è che dopo le vacanze i capelli siano troppo rovinati e il taglio debba essere più drastico. Oltretutto, tra docce frequenti e tanti bagni, in estate le nostre teste sono sottoposte a frequentissimi lavaggi. Quando sono umidi i capelli sono più delicati e si spezzano facilmente. Ecco perché è necessario riservargli qualche attenzione in più: phon tiepido, mai caldissimo, e pettine a denti larghi sono la regola. A questo aggiungiamo 5 consigli in più per preparare la chioma ad affrontare sole e salsedine senza danni.

Continue Reading

Il viandante vintage di Marni

di Alberto Calabrese

“There was a boy” cantava Nat King Cole e Francesco Risso ha deciso di usarne una versione moderna, come colonna sonora della sua collezione Marni Primavera/Estate 2018, durante la settimana della moda uomo di Milano. L’atmosfera richiama subito il tema del viaggio, alleggerito però da qualsiasi fatica, grazie a un sapiente utilizzo di elementi fanciulleschi. La collezione infatti si chiama Lost&Found, come la sezione degli oggetti smarriti, arricchita costantemente dalla distrazione e dalla frenesia di spostamenti continui. Il viandante di Marni non è soltanto un viaggiatore un pò bambino, ma anche una sorta di viaggiatore temporale che porta con sé un retaggio stilistico vintage, che Risso mixa e reinterpreta con grande freschezza.

Il patchwork è una delle chiavi tematiche di questa collezione primavera – estate 2018 di Marni: il gessato, proposto sia in un grigio antracite più classico che in colori coloniali, diventa accostamento di nuances, per un effetto puzzle accuratamente ordinato. Il taglio morbido dei pantaloni cropped si abbina perfettamente all’accumulo di camicie, che sono le protagoniste indiscusse della collezione. Con un mix&match di fantasie, vengono qundi sovrapposte, creando giochi volutamente confusi tra colletti mal sistemati, cravatte ribelli e polsini indisciplinati. Le stampe di vele stilizzate che rievocano il concept vacanziero, insieme ai fiori tropicali, si intravedono attraverso stratificazioni di tenui pastelli  e,  allo stesso tempo, rinnovano completi regimental. Maxi toppe con scarabocchi infantili decorano poi camicie oversize, conferendogli un aspetto “non-finito”, che viene ripreso nella maglieria, tramite cuciture incomplete, che rendono dinamica una tradizionale stampa argyle, proposta in insoliti colori brillanti. Il viandante di Marni è infine avvolto da un’aura di eleganza vintage, che deriva da un taglio anni 50 dei suoi look, esplicitato con moderna reinterpretazione, nei costumi da bagnante che diventano rompers rigati, di ispirazione marinière.

 

FASHION E BEAUTY, UN CONNUBIO INDISSOLUBILE

di Martina Antinori – Foto Chiara Giannoni

Indipendenti ma complementari, Fashion e Beauty sono come ingranaggi ben oliati di un sistema complesso. Universi paralleli, così distanti ma così vicini, che seppur autonomi non smettono mai di cooperare e interscambiarsi tra loro creando sempre sinergie uniche nel loro genere.

Una collaborazione quella tra fashion e beauty storica e indissolubile. Nata dal genio di Paul Poiret, grazie alla creazione dei primi profumi appartenenti ad una maison di moda, è diventata una consetudine per il fashion system. L’immagine dei Brand, nella sua concezione più moderna, non si fa più solo attraverso le collezioni, ma sempre di più anche grazie al mondo del beauty! Make up, smalti e fragranze diventano veri e propri must have delle maison trasmettendone l’anima stagione dopo stagione. E così, in occasione della #MFW uomo, abbiamo scelto tre speciali Brand e le loro fragranze per raccontare questo perfetto e calibrato connubio tra fashion e beauty:

#1 Ermenegildo Zegna
Maglione a collo alto dal carattere forte e deciso nei dettagli di cuciture in rilievo e profili color terra non poteva che essere legato al profumo Haitian Vetiver. Profondo, dolciastro e resinoso, con note forti di terra, radici e leggeri accenni affumicati.

#2 Etro
Maglione con stampa cachemire che sfuma tra azzurro, ocra e rame fino a scomparire come una magnifica illusione. Accompagnato dalle fragranti sfumature di ManRose, dall’agrumato bergamotto di Calabria alle note pungenti del cardamomo e del pepe di Sichuan poi addolcito dal bagliore straniante dell’elemi, fino a terminare nella nobile rosa

#3 Salvatore Ferragamo
Bomber dalle linee pulite e rigorose, un’allure potente creata anche dal maxi colletto e dai dettagli in acciaio che si accordano perfettamente con l’eau de toilette Uomo. Un’elegante rappresentazione della mascolinità, dove vibranti note legnose interagiscono con accordi gourmand di pura seduzione.

E visto che connubi e contaminazioni ci piacciono molto ecco una preview del servizio che abbiamo prodotto per Book Moda Magazine, man issue #8

 

 

Photographer Chiara Giannoni
Style Sabrina Mellace
Art Direction and Video Preview Andrea Bettoni
Grooming Mimmo Di Maggio @ Freelancer Agency
using Bumble and Bumble
Model Charlie Adshead @ Independent mgmt

Music Actionable © Bensound

 

CHANEL E I NUOVI OMBRETTI OMBRE PREMIERE

di LolaGlam – Video di Giulio Palaferri

Chanel, Claudia Ciocca e Firenze. Metti questi tre nomi insieme e avrai una giornata da ricordare. Soprattutto se in quella giornata hai avuto modo di sperimentare da vicino un’anteprima beauty davvero speciale.

La location non ha bisogno di presentazioni. Firenze, con i suoi capolavori d’arte, i marmi colorati delle chiese e le architetture che ne rievocano il fasto dell’arte rinascimentale è una città che non smette mai di sorprendere. Tra i tesori che custodisce c’è anche Chanel Fragrances & Beauty Boutique, uno spazio unico che rievoca l’universo di Mademoiselle, a partire dai colori iconici utilizzati nell’arredamento che vanno dal beige e il nero, fino all’eclettico rouge noir nelle aree Make-up, Soin e Parfum. Ogni area propone una serie di servizi unici e superpersonalizzati, un’esperienza da regalarsi!

Noi, insieme a Claudia Ciocca e alla sua deliziosa Beautique, ci siamo concentrati sull’area Make-Up, alla scoperta della nuova collezione Chanel ombretti mono OMBRE PREMIÈRE. Una collezione incentrata sui contrasti: il suo modo di vestire le palpebre, con un effetto intenso ma ricco di sfumature, è un invito alla libertà di espressione e alla cratività. Le tinte sono 22, alcune dalla texture setosa e vellutata e dai sottili riflessi luminosi, altre dal risultato opaco, satinato e metallizzato. Da sovrappore per intensificare e amplificare l’effetto finale o da usare in un’unica cromia per ottenere una semplicità elegantissima. Se volete un suggerimento in più (ma noi non ve lo abbiamo detto) provate a bagnare leggeremente gli ombretti: la loro intensa pigmentazione diventa ancora più sorprendente!

Credits Photos & Video by Giulio Palaferri & Peter Palaferri

Le tinte e i prodotti che abbiamo provato con Claudia sono:

Ombre Première ombre à paupière crème 804 Scintillance sovrapposto a Ombre Première ombre à paupière poudre 34 Poudre D’Or Métallique, stesi con pennello blender.
22 Visone (mat) e 24 Chocolate Brown (mat )
Mascara: Volume 90

36 Désert Rouge métallique con angolo interno della palpebra 34 Poudre d’or métallique inumidito.
Rima inferiore 26 noir satin.
Labbra: Rouge Coco Gloss 772 Épique

Ombre à paupière Professional eyeshadow base “Bright”, Ombre Premier 16 Blue Jean satiné.
Per le labbra un’esclusiva per le boutique, online e mercato USA: Rouge Double Intensité Merry Rose.

In ogni caso, se volete fare un’esperienza davvero completa, meglio andare in una Chanel Fragrance Beauty Boutique. Oltre all’intera gamma Beauty di Chanel potrete trovare prodotti esclusivi, disponibili solo nei negozi di Firenze, Venezia e online…E se qualcuno di voi si stesse domandando se Claudia è proprio così elegante, bella e preparata come sembra, la risposta è assolutamente sì!

CONVERSE, L’ARCOBALENO AI TUOI PIEDI

di Sabrina Mellace

Chi di voi non ha mai indossato almeno una volta nella vita le Chuck Taylor? Total white, black o blue le All Stars originali degli anni ’70 le hanno  messe i nostri nonni e ora i nostri figli: risulta davvero impossibile non cedere al fascino di queste sneakers da indossare con jeans, shorts e tute ma anche con abiti e gonne o addirittura tuxedos. Cantanti, attori e blogger le sfoggiano in ogni occasione dalla serata di gala ai concerti negli stadi. E ora ancora di più grazie alla nuovissima Converse Pride Collection, una limited edition dei modelli Chuck Taylor All Stars e Chuck Taylor All Star ’70, nata per celebrare la comunità LGBTQ con colori vivaci e dettagli unici: un vero Arcobaleno ai tuoi piedi! Le collezioni sono disponibili anche da customizzare nei negozi Converse e su Converse.com. I proventi delle vendite della Converse Pride Collection andranno a It Gets Better e alla Happy Hippie Foundation, due organizzazioni che hanno la missione di ispirare una visione positiva della vita e sostenere le giovani comunità lesbiche, gay, bisessuali e transessuali di tutto il mondo.

One day in Anteprima

di Sabrina Mellace – Foto Fabrizio Scarpa – Video Daniele Scarpa

Era una di quelle giornate in cui sperava di svegliarsi grazie a quel raggio di sole che lotta per passare attraverso lo spiraglio delle persiane ormai scolorite: e invece no. Katie si alzò malinconica,  indossando quell’abito di seta a pois di Anteprima che la faceva sentire meglio. Sperava di poterlo incontrare ancora una volta, magari in quel campetto abbandonato dove le loro mani si erano sfiorate quel giorno. Il cielo era grigio e una leggera pioggia impercettibile allo sguardo cadeva silenziosa ma costante. Il vento era forte e le pozzanghere disegnavano strani labirinti attraverso i quali Katie avanzava. Nulla era come avrebbe voluto: Lui non era lì ma il suo profumo sembrava ancora avvolgerla e le sue labbra dipinte di rosso erano un chiaro richiamo al loro primo incontro. Allungò le mani verso la rete desiderando urlare ma nessun suono uscì dalla sua bocca. Poi un forte boato, un tuono che la fece trasalire: in un attimo tutto sembrò diverso. Perché si trovava lì? Per quale strana ragione doveva provare tristezza? Katie non sapeva darsi una vera risposta a quelle domande se non perché in quei giorni grigi di pioggia amava lasciarsi andare alla malinconia. Raccolse una palla da basket abbandonata al bordo del campo e decise di provare a fare canestro: e come importante gesto liberatorio tirò centrando l’obiettivo.  La palla cadde rotolando verso i bordi del campo e con lei tutta la malinconia, quel senso indefinibile di attesa e instabilità se ne erano andati, per sempre. E gli occhi di Katie finalmente si accesero di una luce nuova.

 

Abiti, bomber, pantaloni, borse e  blouse ANTEPRIMA
Sabot basso SR1 SERGIO ROSSI
Sneakers HOGAN
Borsa a rete HM CONSCIOUS
Orologio ZENITH, ELITE Lady Moonphase
Photographer FABRIZIO SCARPA
Style SABRINA MELLACE
Art Director ANDREA BETTONI
Beauty Editor ANNA MARIA NEGRI

Hair and makeup ELISA RAMPI using GIORGIO ARMANI BEAUTY
Manicurist ERIKA MOSCHETTA using DIOR

Model KATIE @ WHYNOT

Styling assistant MARTINA ANTINORI

Film Director DANIELE SCARPA
Song “Already Done” by Robert Altman e Lydrey Holder

50 SFUMATURE DI ROSA

di LolaGlam – Foto Angela Improta

Freschissimo e ammiccante. È il rosa, che nelle sue numerosissime sfumature sta spopolando nel mondo beauty e fashion! Un rosa però che rispecchia la donna contemporanea, certamente femminile ma con il giusto pizzico di irriverenza! E naturalmente profumi, cosmetici e accessori non potevano che tingersi delle molteplici nuance di questo colore, diventato ormai  trend di stagione. Un rosa che non annoia mai, un rosa dai mille sapori! Dall’immancabile tono candy alle sfumature corallo e salmone, dal romantico cipria fino ad arrivare al delicatissimo color latte. Un rosa camaleontico: raffinato, divertente e anche un po’ civettuolo, come ogni donna sa essere. #pinkisthenewblack? Per qualche mese forse sì!

Continue Reading

Purple Fever: una compilation di fragranze hits

di Anna Maria Negri

Purple Rain. Senza ombra di dubbio nella classifica dei migliori album di tutti i tempi troviamo ai primi posti il capolavoro di Prince. E visto che anche nelle fragranze il viola sta vivendo un momento magico, perchè non stilare una colonna sonora olfattiva con una Purple Compilation? Tutta di fragranze hits, ovviamente.

Armani Code Cashmere for Her
Caldo e avvolgente come il più morbido dei tessuti, Armani Code Cashmere è un denso mosaico di contrasti. La sua scia è illuminata da un fiore d’arancio sempre più presente e radioso, accentuato dal gelsomino Sambac. Indimenticabile, estremamente sensuale, forma un accordo con le note di iris e di eliotropio. Il colore è un viola intenso scintillante, con misteriose sfumature rosa, per un profumo che va dal tocco floreale all’accordo quasi animale di cuoio, suede e incenso.

Figue Molinard
Figue vi trasporterà in un giardino dai mille colori. Tra l’ombra degli arbusti e la luce mediterranea, la freschezza degli agrumi si ricopre di larghe foglie di fico. L’accordo verde del fico evoca la morbidezza del frutto, prima di sbocciare su un fondo legnoso, muschiato.

Annick Goutal Tenue de Soirée Eau de Parfum
Una fragranza racchiusa in un flacone trasparente che sfuma generosamente nel viola. Un profumo di libertà, d’impertinenza e di audacia che lascia una scia accattivante e moderna che si diffonde progressivamente.

Stella McCartney Pop Bluebell Eau de Parfum
La campanula inglese è una specie a rischio di estinzione ed è illegale coglierla, per questo motivo POP Bluebell utilizza la tecnologia biomimetica, nel rispetto di questo prezioso fiore. Grazie alla biomimetica, il caratteristico profumo del fiore può essere catturato senza danni per la pianta o la sua sopravvivenza nel suo stato naturale. È la prima volta che la tecnica dello spazio di testa viene usata su questa straordinaria specie, rendendo POP Bluebell il primo profumo che cattura l’effettiva fragranza del fiore, anziché una sua interpretazione. Femminile senza essere fragile, audace eppure equilibrato,
POP Bluebell lascia il segno senza essere invadente.

Tom Ford Velvet Orchid Lumière Eau de Toilette
Una versione scintillante e ultra femminile dell’originale fragranza. Affascinante e fresca, la nuova interpretazione di Velvet Orchid Eau de Parfum avvolge chi la indossa con il suo tocco gourmand e sensuale.

Il Movimento Make-Up

di Anna Maria Negri – Animazioni Mike P. Baker

Truccarsi è una beauty routine che fa bene all’anima di ogni donna, agendo sull’autostima e sulla possibilità di nascondere i propri difetti. LolaGlam manifesta il diritto di ogni donna a truccarsi, ribadendo l’amore per il Make-Up, per i colori e per la sicurezza in sè stesse che questo atto riesce ad infondere. E soprattutto rivendica per tutte la quota di fondotinta e correttore giornaliera. La stragrande maggioranza delle donne sono multitasking, costrette tra lavoro, casa, fidanzati e/o bambini, a dedicare poco tempo al loro Make-Up quotidiano. La capacità di truccarsi  velocemente e ovunque ha fatto del Make-Up in movimento una vera e propria arte a cui dedicare attenzione. Fino a qualche tempo fa ci si sorprendeva che un gesto così privato come il trucco potesse essere compiuto davanti a tutti, ma oggi ci si sta abituando a questo nuovo rituale. Da evitare però l’applicazione del mascara tra un cambio di marcia e una frenata brusca, o un contorno labbra sul bus tra la folla. Un plauso, invece, va a quelle che sanno approfittare del tempo tra una fermata e l’altra della metro o quelle che considerano la sosta al semaforo rosso fondamentale per farsi più belle prima di arrivare sul posto di lavoro. Ecco qualche proposta per il vostro Make-Up On the Go.

Chanel Sublimage Le Teint, un fondotinta in crema generatore di luce, per una luminosità sublime, giorno dopo giorno. Una consistenza dalla sensorialità estrema, vellutata e leggera al tempo stesso, per un effetto “seconda pelle”. Un colorito uniforme, raggiante di vitalità. La pelle è idratata, morbida ed elastica, con una copertura modulabile da leggera a media. Shiseido Synchro Skin Glow Luminizing Fluid Foundation, un fondotinta intelligente che si sincronizza con la pelle per garantire luminosità in ogni momento della giornata. Grazie a una speciale formula di rilevamento delle condizioni della pelle, ne riconosce i cambiamenti e si adatta per assicurare una copertura perfetta. La sua tecnologia idratante regala un incarnato fresco e naturale per tutto il giorno. Givenchy Teint Couture Cushion, un fluido leggero unito ad un fondotinta compatto. La Maison ha creato il primo cushion metallico, una “base” che non solo impedisce all’aria di entrare nell’astuccio proteggendo la formula ma permette di dosarla in maniera ottimale. Ulteriore plus, il contatto con la placca fredda rende l’applicazione ancora più piacevole. Kiko Milano Skin Tone Foundation, fondotinta fluido illuminante dal finish levigato e naturalmente radioso. La formula innovativa contiene acido ialuronico ed è stata testata per idratare la pelle fino a 8 ore. La texture, confortevole ed extra leggera, garantisce un risultato “make up no make up”. La coprenza è media e facilmente modulabile, l’applicazione fresca e scorrevole, mentre la presenza di filtri solari aiuta a proteggere l’epidermide. Sisley Paris SISLEŸA LE TEINT, fondotinta anti-età che garantisce luminosità, levigatezza e un efficace effetto ridensificante. Il meglio del maquillage e del trattamento Sisley in un unico fondotinta. Sisley Paris SISLEŸA Crema contorno occhi e labbra, un potente trattamento anti-età specifico per le zone più fragili del viso. Elizabeth Arden Eight Hour® Cream Skin Protectant, un prodotto multi-tasking fondamentale del beautycase di ogni donna, famoso nel mondo per le sue incredibili capacità di riparazione.

Chloé Eau de Parfum. Il flacone è un gioiello, con il suo collare immerso in un bagno di argento puro, il vetro soffiato di Saint Gobain che disegna eleganti pieghe come quelle di una raffinata camicetta plissettata e infine il nastrino, stirato e annodato a mano. All’interno una fragranza che coglie l’essenza libera e accattivante della donna Chloé. Un cocktail dai toni cipriati floreali, con accenni briosi di peonia e litchi ed un tocco di bellezza finale donato dalla fresia primaverile.

ABOUT LAST NIGHT: YSL TOUCHE ÉCLAT

di Anna Maria Negri

Touche Éclat Le Cushion
A venticinque anni dalla nascita di Touche Éclat, Yves Saint Laurent Beauté presenta Le Cushion, il primo fondotinta cushion compatto “on-the-go” per personalizzare luminosità e copertura. Touche Éclat Le Cushion è realizzato tramite l’innovativa tecnologia MICRO NET DELIVERY SYSTEM, un sistema di diffusione micro-aereo ultra innovativo,  specificamente pensato per rilasciare la quantità ottimale di formula, mantenendone la freschezza e l’alta copertura. Il lussuoso packaging quadrato presenta un sistema ad alta tecnologia con chiusura ermetica in grado di mantenere inalterata la formula più a lungo.

Touche Éclat Glow Shot
Il nuovo illuminante liquido di YSL per una radiosità a lunga tenuta offre un effetto strobing professionale splendente per oltre dieci ore. L’highlighter Glow Shot si ispira alla potenza radiosa di Touche Éclat per liberare un potere illuminante liquido ancora più intenso. Un colore complementare. Una formula modulabile. In esclusiva da Sephora, è disponibile in 3 diverse nuances luminose per ogni carnagione. Come si può utilizzare? Il N°1 Daylight è perfetto per illuminare le pelli chiare con un effetto radioso. Per creare un effetto rosato per pelli chiare e medie il colore ideale è N°2 Sunset  mentre per un make-up dal risultato naturale e luminoso per pelli medio/scure la nuance è N°3 Sunrise.

28 POSTI: UN PROGETTO OLTRE LA BUONA CUCINA

di Martina Antinori – Foto ©Marco Varoli

28 Posti è un locale che per chi vive a Milano non si può non conoscere! Non solo un Bistrot, ma una perla rara, che tra le sue mura custodisce una storia di cucina, design ed etica, tutta da raccontare! Situato in Via Corsico 1, il locale (come suggerisce il nome) ha solo 28 coperti. Un ambiente intimo e accogliente per chi desidera mangiare in un clima quasi familiare ma al tempo stesso super cool!

Marco Ambrosino, giovane chef di Procida, è colui che con la sua cucina d’autore delizia i palati del 28 Posti, anche i più sofisticati, trovando la giusta sinestesia tra tradizione campana e avanguardia. Riponendo una particolare attenzione sulle materie prime, dalle più nobili alle più “povere”, e sulla stagionalità degli ingredienti, riesce a soddisfare tutti i gusti e le esigenze, compresi celiaci, vegetariani e vegani. La lista dei vini non è da sottovalutare, sempre di altissima qualità ma che tende a privilegiare piccoli produttori e vignaioli artigiani, rendendo il 28 Posti un ristorante fortemente legato alla selezione, all’artigianalità e al territorio.

Il menù di Marco Ambrosino  cambia ogni due mesi, rendendo il ristorante una scoperta continua oltre che sinonimo di ricerca e passione! I più affezionati però non disperino. Alcuni dei suoi piatti forti rimangono una costante del locale, come i tagliolini con porro fondente, polvere di capperi e limone candito o il dolce a base di ricotta, carbone, gelato al polline e bottarga. E non è tutto, la particolarità di questo ristorante non si ferma in cucina, ma continua in sala tra gli arredi e l’architettura stessa. Un vero e proprio progetto architettonico che grazie a Gaetano Berni, Maria Luisa Daglia e Francesco Faccin ha riportato il locale al suo stato originario, arricchendolo però di una profonda anima artistica. Gli elementi di arredo hanno le origini più variegate: da quelli prodotti con materiali di recupero con l’aiuto dei detenuti di Bollate a quelli realizzati con il contributo del maestro ebanista Giuseppe Filippini, fino alle autoproduzioni della baraccopoli di Mathare. Senza dimenticarsi della presenza di alcune immagini di celebri progetti fotografici tra cui “Nomadic Sellers” di Filippo Romano e “In Case of Loss” di Francesco Giusti.

28 Posti dunque è più di un Bistrot, è un progetto dell’anima che tra innovazione ed etica riusce a unire in maniera unica la cucina d’autore, l’artigianalità e umanità.