Elizabeth Arden PRO: il trattamento skincare professionale

di Erika Moschetta

Elizabeth Arden PRO è la nuova gamma di prodotti per il trattamento professionale della pelle che unisce la storia di 100 anni di innovazione di Elizabeth Arden alle conoscenze scientifiche di Joe Lewis, esperto nel mercato Cosmeceuticals SkinCare e leader dell’anti-aging. La linea Elizabeth Arden PRO offre una soluzione guidata e basata su una piramide, la “Skin Health & Beauty Pyramid” che mira al miglioramento dei risultati secondo la priorità di trattamento skincare: alla base c’è la fase fondamentale, quindi  la protezione e riparazione della pelle attraverso SPF, antiossidanti e DNA Enzumes, ingredienti essenziali per la protezione cutanea che aiutano a prevenire il danno futuro della pelle. Nel cuore della piramide troviamo la fase di trasformazione attraverso AHA e Retinoidi, tecnologie necessarie per trasformare e migliorare la bellezza generale della pelle, includendo idratazione, esfoliazione e turnover cellular. Ed infine, al suo vertice, la fase di ottimazione, dove i Peptidi e i fattori di crescita ottimizzano e completano il regime Skincare.

I prodotti Elizabeth Arden PRO sono in grado di rispondere a tutti i tipi di esigenze, anche le piu complesse: non comedogenici, dermatologicamente testati, senza profumazioni e senza parabeni. L’obiettivo di questi trattamenti è duplice: aiutare la pelle ad apparire nell’immediato più giovane e portare i propri risultati a un livello superiore. Infatti i trattamenti professionali Elizabeth Arden PRO sono stati sviluppati con estrema precisione, combinando e concentrando ingredienti per “esfoliare” lo strato corneo con modalità non invasive e senza danneggiare la parte vitale dell’epidermide sottostante. Per ottimizzare i risultati ottenuti tramite il trattamento professionale eseguito in istituto, Elizabeth Arden PRO personalizza e include un perscorso domiciliare di cura della pelle  mirato e costruito sulle esigenze del cliente.

Questa è la promessa di Elizabeth Arden PRO. Perché
“Ogni donna ha il diritto di essere bella” (cit. Elizabeth Arden)

KATE CATE: THE STYLISH SHOULDER STRAP

di Martina Antinori – Portrait Fabio Leidi

Parola d’ordine? Mix and Match. Per Kate Cate tutto è possibile, anche rivoluzionare completamente il proprio look cambiando un semplice accessorio come la shoulder strap della borsa preferita.

Dagli anni 90’ chi detta le regole non sono più solo le grandi maison, ma anche noi. Tutti sappiamo quante possibilità ci offra la moda, quanti stili e prodotti sono alla portata del consumatore. Ed è proprio questa infinita e variegata scelta che ci ha permesso di autodefinire il nostro stile, scegliendo e mixando a nostro piacimento abiti e accessori che più ci rappresentano. E proprio su questa scia ipercontemporanea di libertà e possibilità si inserisce il Brand che ha fatto di un must have delle ultime stagioni il proprio cavallo di battaglia.

KATE CATE, marchio nato nel 2016 dalla creatività e originalità di Caterina Ravaglia e Federico Brighi, ha fatto delle amatissime e desideratissime Shoulder Strap il suo punto di forza. Rigorosamente Made in Italy, le tracolle proposte sono interamente realizzate a mano da esperti artigiani con materiali esclusivi, dalle pelli toscane più pregiate e certificate agli accessori Western della Baja California.

In perfetta sintonia con lo spirito del mix-and-match, KATE CATE nasce proprio con il desiderio di poter reinterpretare e dare un tocco personale (e super cool!) alle nostre borse. In linea con le tendenze del momento, tra accenni western e sapori boho-chic, le shoulder strap si arricchiscono di frange, ricami e applicazioni in pelli semplici o pitonate. Ecco che con un accessorio interscambiabile e sempre glamour possiamo trasformare e rivoluzionare la nostra borsa del cuore in un accessorio sempre unico e dallo stile che preferiamo! C’è chi attraverso la moda rivive il passato, chi reinterpreta le subculture giovanili e chi non si lascia scappare le ultime tendenze.. perché non farlo con queste speciali shoulder strap?

Prodotto disponibile presso Excelsior Milano e online su kate-cate.com

Portrait:
Caterina Ravaglia @ IMG models
Fotografo: Fabio Leidi
Hair : Luca Lazzaro using Moroccan Oil
Make up : Anna Maria Negri using Ysl Beauty
Agency : WM Management
Stylist: Federica Migliazza

Tracolla in pelle Kate Cate
Borsa Saint Laurent by Anthony Vaccarello

GLAMOROUS CHANEL

di Lolaglam – Foto Ivan Genasi

Generazione X, Millenials o Echo Boomers, tre etichette, un solo significato. Coloro che sono nati tra gli anni ’80 e i primi anni 2000, che vivono in perfetta simbiosi tra online e offline. Ragazzi e ragazze cresciuti in una società dove tutto è possibile, in un mondo senza confini, dove l’indefinito è sinonimo di incertezza ma anche di opportunità. Sono i protagonisti di oggi, volti freschi e giovani che possono lanciarsi in un mondo di possibilità ormai senza confini. Ragazze come Beatrice Vendramin, che fin da piccole hanno desiderato di seguire le proprie passioni e ora assaporano l’inizio del successo nella recitazione, nella moda o magari nella musica. E chi meglio di lei poteva interpretare le ultime tendenze firmate Chanel?

Dai colori vivaci dei bijoux con fiori e catene alle giocose t-shirt, dai foulard stampati al Panama in paglia, mai fuori moda. La collezione Cruise 2016/17 che ha sfilato con entusiasmo a Cuba si fonde perfettamente alle freschissime novità della linea make-up della maison e allo spirito millenial di Betrice Vendramin.

La linea LES BEIGES e’ dedicata alle donne che amano un make-up naturale, sino a renderlo un vero e proprio stile. E’ a loro che Chanel dedica il fondotinta LES BEIGES TOUCHE DE TEINT BELLE MINE (SPF 25) ultra leggero, meraviglioso, in grado di esaltare la bellezza della pelle lasciandola idratata e fresca, il colorito appare piu’ sano e luminoso, come se una brezza d’aria pura rivitalizzasse il viso.

Chanel presenta le polveri effetto radioso LES BEIGE POUDRE BELLE MINE ENSOLEILLÉE, estremamente luminose e leggere, regalano un aspetto leggermente abbronzato, il viso e’ avvolto da una luce dorata effetto seconda pelle. Con la PALETTE REGARD BELLE MINE NATURELLE, la linea LES BEIGES estende allo sguardo l’effetto radioso. Cinque ombretti in un’unica Pallette pensati per intensificare, defaticare ed illuminare lo sguardo. Il BLUSH LES BEIGES di CHANEL con lo STICK BELLE MINE NATURELLE offre freschezza e spontaneita’ al make-up. La consistenza cremosa si fonde sulle gote per un look glam e dinamico. Un tocco di rosa leggermente iridato assolutamente irresistibile.

Le tinte degli smalti Chanel non deludono mai e anche per la Collection Cruise 2017  arriva un’esplosione di colore sulle tinte bronzo che diffondono uno spirito estivo fresco e glamour. LE VERNIS LONGUE TENUE nei colori albicocca, corallo, rosa e grigio dai riflessi verdi, esaltano splendidamente la pelle abbronzata.

Per una firma di stile unica ed inimitabile, Chanel completa il look dell’estate con i nuovi ROUGE COCO GLOSS, la nuova gamma di 23 colori di lucidalabbra trasparenti o intensi, effetto lacca o iridescenti dalla consistenza deliziosa ed idratante che non appiccica. Un risultato goloso ultra-brillante e levigante. Vestire le labbra di colore non e’ mai stato cosi’ divertente!

Per garantire la massima resa del make-up, e’ importante prendersi cura ogni giorno della pelle. Per questo motivo lo skincare Chanel, sempre in evoluzione, amplia la sua gamma di prodotti straordinari. Con BLUE SERUM la pelle appare piu’ giovane e sana, grazie all’associazione di ingredienti provenienti dalle zone blue del Mediterraneo. Questo siero ha proprieta’ antiossidanti e rivitalizzanti, un nuovo attivatore di giovinezza della pelle. Per la perfetta idratazione, particolarmente importante nel periodo estivo, Chanel presenta la HYDRA BEAUTY MICRO CRÈME, il primo rituale con microsfere alla camelia. Estremamente confortevole e ideale come base make-up idrata in profondita’ e la pelle risultera’ rimpolpata, tonificata e luminosa.

Ancora una volta la Maison Chanel riconferma la sua forte identità unita alla sua attitude Millennial.

Beatrice Vendramin@WhyNot
Photographer Ivan Genasi
Make-up Silvia Dell’Orto per Chanel
Hair Elisa Rampi using Shu Uemura

Beauty Editor Anna Maria Negri
Art Direction Andrea Bettoni
Style Sabrina Mellace

Style Ass. Martina Antinori
Photo Ass. Tommaso Todisco
Special thanks @ErreciStudios

MARNI ONLINE MARKET

di Martina Antinori

Emozionale e intraprendente, Marni è uno tra i brand che più ha stupito negli ultimi anni l’esigente mondo della moda. Sempre ricercato nei materiali e nelle forme ed unico nelle contrapposizioni tra colori e costruzioni contemporanee. Dal sapore spesso ludico e irriverente, Marni stupisce non solo attraverso le sue collezioni, ma anche sconfinando negli adiacenti mondi del design e dell’arte. Tra i tanti progetti continua l’itinerante Marni Market, iniziativa nata nel 2014 in onore del ventesimo anniversario del marchio proponendo capsule esclusive di prodotti completamente artigianali. Dopo la serie di fortunati pop up store in giro per le metropoli più prestigiose, il Marni Market si slega dalla fisicità per approdare online alla portata di un click.

In una sezione appositamente dedicata nel sito del brand, dal 10 Aprile al 10 Maggio, saranno disponibili oggetti in edizione limitata che spaziano dall’arredamento agli accessori. Una selezione di articoli tra i più vari che riassumono il perfetto mix tra cultura globale e creatività firmata Marni: ispirazioni da tutto il mondo si fondono al magistrale equilibrio di forme, materiali e colori che contraddistinguono il marchio. Dai divertenti portavasi con disegni floreali alle borse e agli animaletti in PVC intrecciato a mano, fino ad arrivare ai bijoux e charms unici per il mix di fogge e materiali.

Lo stesso spazio digitale che ospita questi prodotti unici e spiritosi è in completa sintonia con il dna dell’iniziativa. L’estetica onirica e fiabesca del sito ci riporta bambini, veniamo trasportati in un mondo parallelo fatto di divertimento e colori. Gli oggetti di moda e design vengono raccontati attraverso animazioni dal sapore delicato e poetico, come fluttuanti palloncini che fanno librare in aria animali e collane o borse e portavasi che sbocciano romanticamente. E allora.. perché non tornare fanciulli anche solo per un momento lasciandosi rapire da questo universo incantato?

Per maggiori informazioni visitare marni.com

THE STORY OF OLYMPIA LE TAN

di Sara Viola Ferrarini

Una chicca che non può mancare nelle librerie delle più fashioniste è senz’altro “The Story of O.L.T”, un volumetto importante dalla copertina rigida e dal colore rosa chewingum, con sopra l’illustrazione di una ragazza: è il volto di Olympia Le Tan, brillante designer parigina, celebre per le sue geniali borse ovvero le clutch a forma di libro. Basterà aprire quel prezioso cofanetto per trovare una deliziosa stampa Liberty che ricopre l’interno della scatola: questa stampa rappresenta per lei, Olympia, il suo mondo. Assieme al velluto, al tartan e ai pattern vintage. Con la prefazione del padre, l’illustratore Pierre-Le-Tan, e l’intervista di Suzy Menkes, il libro esce nel 2016, edito da Rizzoli, e diventa subito un pezzo da collezione.

Olympia Le Tan nasce a Londra, mamma inglese e papà francese, studia letteratura italiana all’università e a soli 19 anni inizia la carriera da Chanel accanto a Karl Lagerfield. La sua personalità, da sempre ironica e spiritosa, le permette di prendere la moda come un gioco, di divertirsi con essa. Nel 2009 lancia la sua prima collezione. Le sue serie tematiche sono sognanti e spesso guardano con nostalgia il passato e vogliono decantarlo.

Lei è cresciuta in una casa dove i volumi erano ovunque, ma chi l’avrebbe detto che sarebbero state proprio quelle opere letterarie riposte ordinatamente sugli scaffali a isipirarla così tanto? La sua fantasia la porta a ideare borse che si ispirano alle copertine dei grandi classici che hanno titoli come Madame Bovary, Lolita, Il dottor Zivago e Anna Karenina. Ma questi sono solo alcuni nomi della lunga serie di clutch che ha creato, con amore e passione, nel corso deglia anni, grazie al suo eclettismo e alla sua originalità, caratteristiche che colpiscono dritto al cuore, come l’estetica delle sue borse-libro che strappano sempre un sorriso.

Il libro si propone come una sorta di autobiografia, una narrazione attraverso immagini che ripercorrono la sua carriera, le collaborazioni nel ready-to-wear con i grandi nomi della moda, ma anche lo sguardo di Olympia Le Tan sul mondo, uno punto di vista complesso, e il suo immaginario estetico, certamente sofisticato. Sfogliando le pagine, le didascalie accompagnano le fotografie e le illustrazioni e ci fanno conoscere da vicino una personalità eccentrica che non smette mai di stupirci.

Il ritratto di Olympia Le Tan è di ©Cecile Bortoletti

 

PRADA OLFACTORIES: LES MIRAGES

di Anna Maria Negri

Dopo l’uscita dei primi dieci profumi della collezione, Prada Olfactories si arricchisce di quattro nuove creazioni unisex, reinterpretando i codici delle fragranze orientali: ecco la subcollezione Les Mirages. Storicamente la Maison Prada affronta il principio di identità universale, in tutte le sue dimensioni e complessità. Il femminile incontra il maschile, il reale si unisce all’immaginario e il presente al futuro. Come in un sogno cinematografico che si ricorda solo in parte, dove il quotidiano diventa prezioso. Da queste sensazioni nasce la collezione Les Mirages di Prada Olfactories.

Guidata dalla visione creativa di Miuccia Prada, la creatrice di fragranze Daniela Andrier traspone queste riflessioni sul tema dell’Oriente, per decostruirlo e ridefinirlo in un’altra dimensione. Ogni composizione è un punto su un mappa immaginaria, una destinazione che ci porta altrove, tra sogno e realtà, che ricorda un tempo passato e la percezione del momento presente. La tradizione e i materiali ricchi si combinano con la modernità della collezione: tutte le fragranze sono racchiuse in una bottiglia in vetro blu scuro decorato con una piastra dorata. Il cappuccio è evidenziato con oro e vestito con l’iconico Saffiano della Maison.

Continue Reading

Destination Shop: Civiconove & Farmacia SS. Annunziata

di L.L.

Lo Store multibrand Civiconove, che ha iniziato il suo percorso in Piazza Palazzo Vecchio al 9 nella città di Vercelli, si è trasferito a Milano in via Eustachi 33, nelo spazio che ospitava l’ex Galleria d’arte Eustachi. Civiconove da sempre propone una selezione accuratissima di Brand di abbigliamento e accessori. Tra gli altri potete trovare:

N21- MSGM – CLOSED – AMI – CHAMPION X BEAMS – LECOQSPORTIF – DIADORA – THE GIGI SUNNEI –  STUSSY – RIVIERAS – NUDIEJEANS – LIMITED EDITIONS DI PUMA, ADIDAS E NIKE.

Per quanto riguarda le fragranze invece, Civiconove ha scelto di legarsi ad un solo Brand. Nel nuovo Store milanese ci sarà infatti un corner dedicato alla linea completa di Farmacia SS. Annunziata.

Firenze 1561, lo speziale Domenico di Vincenzo di Domenico Brunetti fu il primo gestore di cui si ha notizia della Farmacia SS. Annunziata. Oltre al normale prestigio di ogni spezieria del tempo, Farmacia SS. Annunziata si distingue per la sua competenza nella formulazione di galenici e prodotti per l’igiene e l’estetica della pelle. Dalle antiche lavorazioni è passata a preparazioni qualificate, attraverso lo studio approfondito e sempre aggiornato delle formule a base di materie prime, sia tradizionali che all’avanguardia.

L’ultima fragranza uscita è Verde di Persia: Arancio Italiano e Limone Siciliano si uniscono al Cassis e al Davana Indiano. Il cuore del profumo sprigiona rosa, Fior di Pistacchio, Albicocca e Osmanto. Le note di fondo sono dominate dal Patchouli Indiano, da Legni ambrati e musk.

Per conoscere da vicino lo skincare, le 25 profumazioni, la linea doccia e la linea barba di Farmacia SS.Annunziata potete seguire Civiconove sul loro account Instagram, da guardare anche per la selezione moda.
Ma naturalmente la vera esperienza è andare di persona a visitare lo Store!

L’università di bellezza e il fattore vitamina C

di Cristina Minelle

All’università della bellezza c’è un nuovo corso a cui iscriversi e che fa il pieno di presenze: il ‘FATTORE C’. Tra astucci che sembrano beauty case, ombretti di velluto e candele da museo, nell’Aula Magna si respirano note austere e si insegna cosmetologia. Quello che non sanno, le tante studentesse dotate di clutch-libreria, è che il famigerato fattore c, non è solo una questione di fortuna ma di un’esperta scelta beauty, chiamata vitamina C.

La vitamina C, è da sempre in prima linea nella dura battaglia anti-radicalica, è capace di ‘spegnere’ i radicali liberi passando da una forma ridotta a una ossidata. È un sistema non-enzimatico abile nelle sinergie chimiche con le vitamine A ed E, superando così l’esame anti-age con 30 e lode.

Continue Reading

FUORI SALONE ’17 – MELISSA FEM.IN.INE COLLECTIVE

Di Giulia Pivetta

Che sia di strada, nei musei, sulla passerella o on-line, l’arte continua ad avere un ruolo centrale nell’empowerment delle donne. Lo vediamo anche in questi giorni di Fuori Salone 2017, dove il marchio di calzature brasiliano Melissa se ne fa promotore, offrendo uno spazio privilegiato all’opera di due talenti femminili italiani nella collettiva FEM.IN.INE.

Li abbiamo sempre tenuti nascosti, perché ritenuti sinonimo di debolezza, vissuti con un sentimento misto tra la vergogna e la non accettazione, ma i segni tipici della femminilità, sono a tutti gli effetti dei simboli di forza. Le artiste presenti nella collettiva milanese partono dalla plastica – la stessa delle bambole, degli specchietti, o di altri “gingilli da ragazza” come le scarpe Melissa – per ricoprire le pareti di una casa, rompendo la quotidianità domestica con due installazioni a metà tra arte, architettura e design: quella di Chiara Dynys ricerca l’anomalia, nella società e nel mondo, e la trova in una lacrima (o una goccia?), da sempre associata a quella fragilità stereotipata delle donne. Le sue sono lacrime sovradimensionate, pop, coloratissime. Per Francesca Pasquali dei classici piumini cattura polvere da casalinga, diventano il modo per riattivare e ripensare la realtà che ci circonda in un ambiente spiazzante e divertente. Una dimora caleidoscopica, più che un pop-up store, firmata dagli architetti italiani Claudio Bambagioni e Valentina Aloe, che tra profumi e riflessi porta inevitabilmente a riflettere anche su un altro tema più che mai attuale, quello della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente. Cominciando proprio dalla materia prima protagonista, la plastica. Ancora tra le poche interamente riciclabili e totalmente priva di sostanza di derivazione animali. Un valore su cui Melissa porta avanti una campagna di sensibilizzazione ormai da anni, tanto negli impianti di produzione, che attraverso l’arte e la cultura.

Dal 4 al 9 Aprile.
Via Palermo, 5 – Brera Design District

www.facebook.com/OfficialMelissa

@shoesmelissa

Venus Viva™, la radiofrequenza antinvecchiamento

Il nuovo trattamento estetico Venus Viva™, dedicato al viso, collo, décolléte e mani è ideale per illuminare, donare alla pelle nuova compattezza e ottenere , già dopo la prima seduta, un incarnato uniforme e una riduzione dei segni del sole e del tempo. Guardiamo in faccia la realtà: col passare degli anni, i segni dell’invecchiamento si manifestano sulla pelle del viso. Rughe sottili e profonde, texture non uniforme, capillari e discromie. I pori sono dilatati e ciascuna ruga intorno agli occhi racconta una parte della nostra vita.

Per donare nuova luminosità alla pelle, in alternativa alle procedure laser o chimiche (che prevedono lunghi tempi di recupero) e abbattendo dolore e i comuni rischi di pigmentazione post trattamento, Venus Concept, azienda canadese leader nel settore della Medicina Estetica non invasiva, propone il trattamento Venus Viva™, un macchinario innovativo che utilizza la Radiofrequenza nanofrazionata di ultima generazione che garantisce risultati incredibili in poche sedute. 

Continue Reading

HENRY MOORE SCOLPISCE BURBERRY

di Alberto Calabrese

La primitività e l’astrattismo dello scultore britannico Henry Moore hanno rappresentato la genesi della collezione Burberry maschile e femminile February 2017. Christopher Bailey, con il supporto della Henry Moore Foundation, ha lavorato per unificare il mondo dell’arte e della moda che, già in costante connessione, si sono ancora più profondamente intrecciati in una collezione che risulta meta-artistica. Il concept sviluppato da Bailey non si è mai separato dall’approccio dello scultore inglese, in un dualismo tra omaggio ed emulazione che ha dato vita ad una assoluta fusione creativa.

Le silhouette più classiche dei trench e della maglieria sono state stravolte con asimmetrie prepotenti, che ne hanno ridisegnato gli orli e le proporzioni, proprio come Moore ha fatto con il bronzo e il marmo, usati per creare figure affusolate e stilizzate di uomini e donne. La fluidità delle sue opere, spesso monumentali, è stata ripresa e concretizzata nella morbidezza dei volumi, che si abbraciano e si respingono continuamente, così come i materiali e le texture che si intersecano e generano, sfumandosi a vicenda, armonia dal contrasto. Anche gli schizzi dell’artista vengono trasferiti nella moda, diventando colorate stampe per le camicie da uomo, che in versione oversize, si fanno abito per la donna. Famose anche le forme concentriche e astratte di Moore, che oltre ad essere una presenza teatrale sulla passerella, diventano un tacco, ovviamente scultoreo, per ankle boots in maglia elasticizzata e ancor di più, modello per le settantotto cappe d’alta moda che hanno chiuso la sfilata, riproponendo elementi storici dell’archivio Burberry.

La collezione, subito dopo la sfilata, è stata esposta in uno spazio che Burberry ha deciso di dedicare all’eziologia della propria ispirazione, la Makers House di Londra, insieme a più di quaranta opere dell’artista, in una mostra che ha permesso ai visitatori di comprendere l’indissolubilità di questo rapporto creativo.

Per chi volesse toccare con mano l’eccezionale artigianalità di questi pezzi esclusivi è possibile visitare la mostra The Cape Reimagineduna selezione di cappe d’alta sartoria presentate durante le sfilate di Febbraio. Ispirate a forme, dimensioni ed elementi delle sculture di Henry Moore e disegnate nell’atelier Burberry di Londra.
Dalle 10:30 alle 19:30 in via Montenapoleone 12, fino al 9 Aprile. Ciascun pezzo realizzato a mano è disponibile su ordinazione.

SALVATORE FERRAGAMO – SIGNORINA IN FIORE

di Linda Cacciavillani

Salvatore Ferragamo celebra la nuova stagione e dedica la sua nuova fragranza a tutte le ragazze che sbocciano come i fiori in primavera, alle giovani donne dall’animo romantico e gioioso. Per loro ha creata Signorina in Fiore, una fragranza luminosa e delicata che si ispira ai petali colorati di un fiore che si schiude. Dalle note fruttate e fiorite, Signorina in Fiore è un omaggio ad ogni ragazza allegra, spensierata, radiosa e innamorata.

Le note di testa vivaci e succose – il melograno e il sorbetto di pera Nashi – incontrano un cuore fiorito di gelsomino e fiori di ciliegio, seguito da un fondo avvolgente e cremoso di muschio bianco e legno di sandalo.

Signorina in Fiore è elegante, romantico e ultra femminile. Il flacone, ripreso dall’iconico Signorina Eau de Parfum, primo della franchise Signorina, è decorato con un grazioso fiocco Vara in gros grain rosa, colore dominante di tutta la confezione. Fresco e fiorito, Signorina in Fiore è la fragranza perfetta per vivere la primavera.

Come Signorina Eau de Parfum, Signorina Eleganza e Signorina Misteriosa, anche Signorina  in Fiore è protagonista di un video mash-up ironico e divertente che si ispira al concept #mylifeisaplay, manifesto di ogni ragazza Signorina. E tu che Signorina sei?

COLLISTAR GIARDINI ITALIANI, LIMITED EDITION

di Annna Maria Negri – Foto Angela Improta

Tempo di rifiorire! La nuova collezione make up Collistar Giardini Italiani per la stagione primavera estate 2017, in edizione limitata, si ispira alla bellezza, all’unicità e alla magia di una delle meraviglie più celebrate del nostro paese: i classici Giardini Italiani rinascimentali, sinonimo in tutto il mondo di eccellenza, arte e cultura. La collezione Giardini Italiani confluisce nel progetto Ti Amo Italia, con cui Collistar, marchio dal cuore 100% italiano, da 3 anni a questa parte, racconta della sua storia d’amore per il Belpaese.

La tendenza make up per questa primavera registra un ritorno a tonalità fresche e bon ton, dove i fiori danno il nome alle nuance di ombretti super brillanti. Non potevano essere più evocativi i nomi dei tre nuovi colori di Ombretto Doppio Effetto Wet&Dry: Calla, Fior di Pesco e l’attualissimo Salvia, nuance che omaggia il colore must dell’anno decretato da Pantone, quel verde Greenery che suggerisce l’idea di forza e di rinascita. Satinati e luminosi per la presenza di una speciale microperla, vanno usati con l’applicatore inumidito, per esaltare la pienezza cromatica, o asciutto per un effetto più sussurrato.

Continue Reading