LA PROTEZIONE SOLARE E IL CAPITALE GENETICO

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

Il tuo capitale genetico è prezioso: per proteggerlo fin dalla più tenera età e durante il corso della vita, fondamentale è l’aiuto di una valida protezione solare. Vi abbiamo già suggerito vari prodotti, ma mai come in questa stagione è importante avere un panorama il più ampio possibile per scegliere il prodotto giusto per noi.

Continue Reading

Cellulite: da Comfort zone arriva Body Strategist

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

Cellulite: come trattarla? Comfort Zone propone una linea di prodotti e trattamenti professionali che considera la cellulite da un inedito punto di vista, con un approccio globale in grado di consentire una profonda comprensione dei fattori che originano tale problematica, così da sviluppare soluzioni efficaci rivolte alle due principali tipologie di cellulite: edematosa e adiposa.

Continue Reading

eau de Vignes: IL PROFUMO DELLA LUCE

di Cristina Minelle – foto Paola Dossi

Sono spruzzi che regalano felicità quelli di Eau de Vignes, ultima nata tra le Eaux Fraîches di Caudalie. Profumo di una nuova stagione che sboccia sulla pelle e ha il sapore di un giardino segreto, ricco di luce…scorza di agrumi, foglie umide di rugiada e petali appena raccolti tra le dite. Lo scenario è d’eccezione: le vigne di Chartreuse in una giornata d’estate. Eau de Vignes nasce da ricordi, quelli di Mathilde Thomas, fondatrice di Caudalie. Gocce di memoria che scivolano sulla pelle: iris, salvia schiarea e pepe rosa, ma è il ‘tempo di posa’ a trasformarli nei tuoi. È un’acqua che cattura la luce dall’alba al tramonto e riproduce il calore dei raggi che illuminano l’erba. Ora sono le fragranze a donare l’effetto glow non più prerogativa solo del make up. Una sfida non facile riprodurre olfattivamente la sensazione di luminosità ma essenze giuste e formule precise possono vincere anche i concetti più astratti.

Ma che profumo ha la luce?
Ingredienti agrumati: il bergamotto dà un effetto radioso e l’arancio aggiunge vivacità con emozioni scintillanti ma è il limone che gioca con le ombre. La luce più bianca del mattino, invece, si ottiene con un accordo di muschio, incenso e ambrox. Catturare la luce sul viso dona un incarnato bonne minne ma è con le essenza luminizers che si ritrova il buon umore e l’energia, si rigenera il corpo e si sciolgono i pensieri. La direzione è la luminoterapia per stare bene e ritrovare vitalità. Eau de Vignes è un’acqua della nuova era per le illuministe che hanno sempre la luce à porter!

La magia dei profumi artistici

di Anna Maria Negri – foto Vincenzo Patruno

I profumi sono dei potenti maghi che possono trasportarci attraverso epoche e luoghi, scatenando emozioni e coinvolgimenti in un mondo fatto di storie senza tempo, tramite capolavori che vanno al di là di mode e tendenze e che comunicano al nostro profondo. Chiudete gli occhi, concentrate mente e sensi solo sull’olfatto: assaporerete fragranze e profumi. Inizierà un viaggio tra passato e presente più vicino, esperienze e momenti. Un profumo è anche questo. È memoria.

Maison Francis Kurkdjian Paris Baccarat Rouge 540 Eau de parfum è un profumo luminoso, denso e intenso. Accarezza la pelle come un soffio fiorito e ambrato, in cui si fondono sentori di legni. Un alchimia poetica composta da Francis Kurkdjian nella quale la nota delicata del gelsomino e quella densa dello zafferano si mescolano alle sfumature minerali dell’ ambra grigia e alle tonalità legnose di un legno di cedro appena tagliato.

Ormonde Jayne Ormonde Woman eau de parfum è l’inizio del viaggio olfattivo di Linda Pilkington alla ricerca di materie prime uniche e rare. E’ una fragranza verde e leggermente boisée ispirata alle note balsamiche e misteriose della Cicuta Nera, una pianta sempreverde del cui utilizzo in profumeria Linda è stata pioniera.

Etro Patchouly eau de parfum Adone fece innamorare la dea stessa dell’amore, Afrodite. Narra il mito che fosse tanto bello da abbagliare le persone che lo vedevano: queste venivano talmente rapite dal suo aspetto da rimanere senza parole. Così è Patchouly, che cattura completamente i sensi rilassando ogni tensione. Sprigionando fiducia e amore in noi stessi, diventa un’esca potente per le percezioni altrui ma anche le nostre. Non ha mezze misure: è uno strumento di fascino che cattura gli sguardi ed incendia l’atmosfera. Bisogna essere disposti a piacere ma soprattutto a piacersi per indossare questa fragranza sensuale, potente.

Laurent Mazzone Kingdom of Dreams extrait de parfum L’elevata concentrazione di questi extrait de parfum rende le fragranze più durature, con scie profumate che permangono nell’aria, e il suo sillage sfida tutte le prove del tempo. Laurent Mazzone ha colto ispirazione da una rivelazione mentre si trovava assorto tra i pensieri guardando una candela spegnersi sull’altare. La fiamma danzante della candela dell’altare e il fumo dell’incenso che si attorciglia vi ipnotizzano e vi immergono in uno stato di trance ed estasi. Kingdom of Dreams crea una vera e propria dipendenza, vi trasporta in un universo di sogni e fantasie.

JusBox Use Abuse eau de parfum, fa parte una linea esclusiva di fragranze che nasce dall’analogia tra musica e profumo. Use Abuse è la celebrazione degli eccessi degli anni ottanta , un’overdose di tuberosa e di musica dei Queen .

Byredo Super Cedar Il cedro è senza dubbio uno dei profumi che funzionano come una macchina del tempo: reminiscenza di matite mordicchiate aspettando le interrogazioni, evoca un senso di nostalgia per la scuola e gli anni spensierati dell’adolescenza. Super Cedar è l’esaltazione delle note boisè del cedro della Virginia con il potere di infondere energia e dare verticalità alla fragranza. Richiamo al design scandinavo dona calore a ciò che è dichiaratamente moderno.

#TRENDSINPILLS: FLOATING RIBBONS

di Martina Antinori

Floating ribbons: leggeri e svolazzanti, fluttuano sulle passerelle come tentacoli di abiti che sembrano non voler terminare in più canonici orli. Nastri che sfilano e si evolvono, superano il loro ruolo e la utilità per diventare qualcosa di più, unendosi in tutti i sensi all’estetica pura della veste. Liberi, essenziali, eppure determinanti. Profilano, cingono e arricciano gli abiti più diversi e distanti tra loro. In comune però lo stesso senso di incompiutezza, come ci fosse un desiderio di infinito, di prolungarsi fino a toccare il suolo e continuare a delineare qualcosa di nuovo e indefinito. Sonia Rykiel, marchio seguito da Julie de Libran, presenta un perfetto connubio tra femminilità e autorità, tra accennate trasparenze e ricordi di uniformi. Oversize nelle forme ma anche nei dettagli, nastri che non terminano in semplici chiusure ma si allungano ed espandono quasi a voler fuggire dall’abito stesso.

Ann Demeulemeester destruttura, taglia, ricompone linee e materiali che prendono vita in un iconico caos calmo. Lembi di tessuto sono liberi di fluttuare, si svincolano dalla veste. Non mostrando chiaramente da dove nascono e dove intendono terminare creano il perfetto dialogo tra finito ed non finito.

Ellery da vita ad uno show di strutture eclettiche, rigide e morbide. Rivisita il classico senza sconvolgerlo completamente, tra misura e precisione. Tra nastri che svolazzano semplicemente fino a cinghie che arricciano e alterano le superfici. Una silenziosa lotta con la gravità, tra pesantezza e leggerezza.

Roland Mouret crea una collezione simbolo di leggerezza, fluidità e pulizia. Nastri incorniciano delicatamente il collo e le spalle per poi trasformarsi come in lineari foulard, sinuosamente seguono ogni movimento del corpo dando vita ad un forte romanticismo senza fronzoli.

Sono i floating ribbons..lembi, nastri, cinghie che oltrepassano il ruolo di componenti funzionali per diventare altro, divenendo accessorio, abbellimento. Come le applicazioni più classiche, arricchiscono di significato l’abito. Si fanno simbolo della donna nelle sue molteplici sfaccettature comunicandone la determinazione, femminilità, forza o leggerezza.

Hotellerie de Mascognaz: il tempo per costruire un ricordo

di LolaGlam

“Alice: Per quanto tempo è per sempre? Bianconiglio: A volte, solo un secondo” Tempo che vola nella frenesia delle nostre giornate, tempi che durano un weekend e ci permettono di costruire un ricordo per sempre. Stato attuale, rubando le parole dello scrittore Lewis Carroll: “per restare nello stesso posto devi correre più velocemente che puoi”. Stato desiderato: trovare un luogo di silenzio e pace dove apprezzare il tempo che scorre lento.

Esiste un antico villaggio alpino in Val D’Ayas dove l’intenzione di circondarsi di natura e serenità diventa realtà. Un gruppo di chalet di legno e pietra in una valle isolata e attraversata da un torrente è diventato un hotel di charme. Hotellerie de Mascognaz significa suite confortevoli con caminetto dove il rustico è raffinato, una SPA resa unica dalla vetrata da cui ammirare la luce del tramonto sul Monterosa, passeggiate nei boschi con la guida naturalistica,  cucina tradizionale a Km0.

Gli chalet sono edifici che poggiano su colonne a forma di fungo con il gambo in legno ed il cappello costituito da un grande disco di pietra e rappresentano la traccia architettonica dei Walser, popolazione di origine germanica che arrivò in queste valli alla fine del Medio Evo. Camminando per le strade dell’antico villaggio si può sentire il profumo del pane lievitato naturalmente, mentre le torte vengono sfornate quotidianamente. Esiste ancora l’antico forno (ci vogliono 5 giorni solo per portarlo a temperatura) che un tempo serviva tutti gli abitanti, quando il pane in alta montagna veniva prodotto solo due volte all’anno.

In una delle valli alpine più belle d’Europa “per sempre” può essere anche il tempo di un weekend, il tempo per raccogliere sensazioni e ricordi profondi.

LE DUE FRAGRANZE DI AESOP

di Anna Maria Negri

Sapevate che Aesop è anche fragranze? Due sono le profumazioni del marchio. Entrambe creazioni olfattive dotate di carattere e personalità, sono il risultato della selezione di ingredienti botanici dal piacere inaspettato e casuale. Creato da Aesop in collaborazione con il naso Barnabé Fillion, Marrakech Intense, pensato per l’uomo e per la donna, bilancia le note sensuali di Neroli e Gelsomino con Sandalo, Legno di Cedro e Bergamotto. La città di Marrakech resta l’ispirazione primaria – per gli odori evocativi delle spezie, i colori intensi dei suoi suk e del deserto circostante, o per la calda ospitalità tipica delle tradizioni marocchine. Le preziose note di sintesi e metodi alternativi di distillazione ed estrazione hanno permesso di infondere nelle materie prime e nelle note chiave vivacità e forza. L’Assoluta di Gelsomino Egiziano pervade la fragranza con sensualità, legando tra loro le note più speziate. Tacit di Aesop nasce da due ispirazioni: le note fresche dell’acqua di colonia e la costa mediterranea per la sua cultura, la sua topografia e la sua suggestiva vegetazione. Nata in collaborazione col naso Céline Barel, la sua formula innovativa fonde ingredienti raffinati provenienti da tutto il mondo. Tacit rivela sia un animo familiare, esaltato dalle note agrumate dello Yuzu, che contemporaneo, per l’uso generoso del Basilico, con sfumature delicatamente speziate dai di chiodi di garofano. E come suggerisce il nome, Tacit allude a una conoscenza compresa prima sulla pelle che attraverso il ragionamento.

Miller Harris Perfumer’s Library

di Erika Moschetta

Le Cèdre è l’ultimo eau de parfum della Perfumer’s Library di Miller Harris, la collezione rivelatrice e non convenzionale di profumi che reinterpretano la natura, in una semplice boccetta, dove ogni ingrediente è deliberatamente selezionato ed esaltato, in armonia perfetta, grazie alla conoscenza della complessità della loro composizione. Immagina di poter indossare la bellezza della natura, una ricca e profonda fragranza, di luoghi selvaggi dove il concetto di avventura ha ancora significato, e il vento deve cercare per trovarti.
 E quel vento raro è questo profumo di Miller Harris, ricco e senza tempo, dove la semplicità carnale del prestigioso legno di cedro texano si siede sotto il pepe rosa, la mimosa pura e la rarità esotica della natura: l’orchidea nera.

Una fragranza audace e devastante, dedicata ad un esploratore in un mondo di visitatori, Le Cèdre  si rivela più dolce rispetto a quello che potrebbe suggerire il suo vigore, raggiunge ogni angolo della bussola, grazie alle squisite materie prime trovate in natura. Per l’avventuriero sopito dentro di noi .

Premier Cru di Caudelie: FOCUS CONTORNO OCCHI

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

Premier Cru La Crème Yeux è una crema anti-età per il contorno occhi che attenua borse e occhiaie ed è utilizzabile anche per il contorno labbra. Un preparato volutamente senza profumo, oftalmologicamente testato e privo di parabeni, oli minerali, coloranti e fenossietanolo che contiene tutta l’eccellenza della maison Caudalie. Per contorno occhi s’intende quella precisa zona che circonda gli occhi, nota precisamente come area perioculare. Come il contorno labbra, è una zona estremamente delicata della pelle del viso perché la cute che circonda gli occhi appare evidentemente più sottile, le fibre elastiche e collagene presenti nella matrice del derma sono numericamente poche e il grasso sotto pelle è presente in quantità nettamente inferiore. Inoltre non gode del sostegno fornito dalla muscolatura del volto. Per questi motivi, la zona perioculare soffre in modo particolare gli insulti ambientali, l’aggressione degli agenti atmosferici, l’esposizione al sole senza un’adeguata protezione, la scarsa idratazione e lo stress.

La soluzione? Occhiali da sole anche di notte! Non esageriamo… qualche rimedio c’è ! Oltre a cercare di migliorare lo stile di vita (niente fumo e abuso di superalcolici, dormire almeno otto ore per notte e bere almeno tre litri d’acqua al giorno) viene in nostro soccorso la cosmesi.

Continue Reading

#TRENDSINPILLS: SAGOMATO

di Martina Antinori

La moda negli ultimi decenni ha lasciato grandi possibilità ad ognuno di noi. Ogni anno ci offre innumerevoli proposte da cui attingere per creare uno stile che ci rappresenti giorno dopo giorno. Le tendenze stagione dopo stagione si moltiplicano e si alternano, spariscono e ricompaiono, si mixano e convivono tra loro. Ma riusciamo ad identificarle e delinearle chiaramente in questo universo di opportunità? Forse no, ma perchè non provarci? #TrendsinPills è la nuova rubrica LolaGlam che mette a fuoco le principali tendenze fashion, per avere le idee più chiare e scegliere quello che fa per noi!

Il primo appuntamento con #trendsinpills sbircia nello stile sagomato. Linee pulite, essenziali e precise, quasi come tagli chirurgici. Uno stile sagomato e sofisticato, tra colori netti o nuance tenui e naturali. Non solo nelle forme dell’abito ma anche nelle sue applicazioni o nei suoi accessori, come cinture e cappelli. Nulla è lasciato al caso, non una linea, non una cucitura. Un trend che si esprime in diversi mondi: dai sapori orientali ad immaginari più futuristici, forse anche ad un passato non così remoto di possibili guerrieri fino alla contemporaneità vivace ma anche un po’ maschile. Il sagomato come total look o come parte di esso può acquisire innumerevoli significati: simbolo di determinazione, di pura essenzialità, di linearità di pensiero o diventare una personale armatura. Possiamo essere tutto ciò che vogliamo.. ad ognuno la propria interpretazione!

Sopra, da sinistra: Jaquemus SS17, Loewe SS17, backstage Jaquemus, street look sagomato

Une Histoire d’Orangers

di Anna Maria Negri

L’Artisan Parfumeur  ha lanciato Histoire d’Orangers, una nuova fragranza unisex, che non è soltanto un bel nome, ma anche l’evocazione di un bel ricordo, quello della creatrice del profumo Marie Salamagne, all’ombra degli alberi d’arance amare. Maria Salamagne, appassionata di danza e di pittura e alla continua ricerca di emozioni coinvolgenti, ha viaggiato molto. Riporta da ogni viaggio ricordi fragranti nei suoi taccuini, le cui note si traducono in formule di profumi sensuali. Un avventura che ha lasciato un’impronta profonda in lei, rendendola una persona diversa, è stato il viaggio in Marocco nella valle di Souss, ai piedi delle colline dell’ Anti-Atlas, tra i paesaggi maestosi di Tazenaght e i colori del tramonto sui bastioni di Taroudant. Histoire d’Orangers è un tributo alla memoria del contrasto tra il calore del suolo che crea il terreno con il sole a picco e la freschezza dell’ombra degli alberi di arance amare.

In testa si riconosce subito la purezza dell’olio essenziale di neroli, dolcemente squisito e leggero mentre l’impronta digitale molecolare di tè verde sembra aumentare di peso. Segue il fiore d’arancio e il muschio hevletolide, un versatile ingrediente sintetico realizzato dalla società Firmenich, che grazie alle leggere sfumature fruttate di pera matura aggiunge un’atmosfera meravigliosa senza alcuna connotazione animale. Il fondo del profumo, ispirato dall’atmosfera marocchina, evoca le note solari con un sovradosaggio di ambrox , come tessuto di seta sulla pelle riscaldata dal sole , che duetta con la fava tonka dalla morbida sfaccettatura mandorlata e fa da eco all’olio di argan che si trova ovunque nella valle di Souss. Histoire d’Orangers, evoca più che un semplice souvenir: rammenta luoghi e sensazioni altrimenti evanescenti nella memoria, catturando effluvi olfattivi in un sillage che celebra la luminosità del Mediterraneo.

PELLE: PROTEZIONE E IDRATAZIONE PER L’ESTATE

di Anna Maria Negri – foto Vincenzo Patruno

Quando si parla di estate inevitabilmente si parla di pelle che, essendo la struttura più esterna del nostro corpo, rappresenta una barriera indispensabile a mantenere l’idratazione dell’organismo entro valori fisiologici. Fattori differenti, esterni o interni al nostro organismo, possono pregiudicare le riserve idriche della cute. Senza dubbio bisogna bere molta acqua e fare scorta di vitamine e sali minerali, mangiando molta frutta e verdura. Però bisogna anche proteggere adeguatamente la pelle dall’esposizione solare dei raggi UV. Durante il corso della giornata e in modo costante tutto l’anno riceviamo sulla nostra pelle gli UVA, mentre gli UVB diventano intensi soprattutto in estate e sono al massimo intorno a mezzogiorno. Il 10% degli UVB e il 30% degli UVA penetrano nel derma, con un’azione negativa diretta (danneggiano il DNA cellulare) ed una indiretta (produzione di radicali liberi). Non vanno quindi mai sottovalutati i rischi correlati all’esposizione solare e la protezione e la sicurezza devono essere massime, soprattutto nei bambini la cui pelle è più immatura, meno spessa e organizzata rispetto a quella di un adulto e quindi più vulnerabile al sole. Ecco 4 prodotti “alleati”

Continue Reading

LOUIS VUITTON, iL PROFUMO HA UNA SECONDA PELLE

di LolaGlam

Per Louis Vuitton utilizzare il cuoio durante la progettazione delle Travel Cases per i propri profumi è stata semplicemente una scelta naturale. Se lo spirito del viaggio potesse trasformarsi in un materiale tangibile e malleabile e poi ispirare le più belle creazioni della Maison, assumerebbe proprio la forma del cuoio: il cuore del savoir-faire Louis Vuitton, dalla pelletteria alla profumeria. È questo lo spirito con cui hanno preso vita le Travel Cases, un’elegante linea di custodie che abbracciano le boccette come una seconda pelle, per un trasporto sicuro in qualsiasi viaggio, che sia verso mete lontane o vicine. Pratiche e leggere, queste custodie permettono di rinnovare l’esperienza olfattiva delle fragranze ogni volta che lo si desidera durante tutto il giorno e in qualsiasi luogo. Grazie ad un’elegante fibbia, le custodie da 100ml e 200ml avvolgono e proteggono le bottiglie con stile. Il Flaconnier invece contiene tre fragranze, e si ispira ai bauli che furono progettati per le eleganti signore degli anni ’20. Gli elementi distintivi di Louis Vuitton si ritrovano tutti, dal rivestimento imbottito con motivo «malletage» e cinghie in ecru, agli angoli rinforzati, al lucchetto inviolabile «multigorges» che caratterizza ogni baule Louis Vuitton dal 1890. La leggenda vuole che Georges Vuitton, figlio di Louis, sfidò perfino Henry Houdini a liberarsi da uno dei suoi lucchetti… Il pellame è in cuoio naturale, signature della Maison, che si trova anche nelle fragranze con l’infuso di cuoio creato da Jacques Cavallier Belletrud. Proprio come un profumo vive in modo unico su ogni singolo individuo, il cuoio segue la vita del suo proprietario, con un’intimità ancora maggiore e, nel tempo, sviluppa una patina unica e diversa ogni volta. Così come la pelle e il cuoio diventano un unico elemento, anche la custodia e il profumo si fondono, in maniera ideale per qualsiasi viaggio.