28 POSTI: UN PROGETTO OLTRE LA BUONA CUCINA

di Martina Antinori – Foto ©Marco Varoli

28 Posti è un locale che per chi vive a Milano non si può non conoscere! Non solo un Bistrot, ma una perla rara, che tra le sue mura custodisce una storia di cucina, design ed etica, tutta da raccontare! Situato in Via Corsico 1, il locale (come suggerisce il nome) ha solo 28 coperti. Un ambiente intimo e accogliente per chi desidera mangiare in un clima quasi familiare ma al tempo stesso super cool!

Marco Ambrosino, giovane chef di Procida, è colui che con la sua cucina d’autore delizia i palati del 28 Posti, anche i più sofisticati, trovando la giusta sinestesia tra tradizione campana e avanguardia. Riponendo una particolare attenzione sulle materie prime, dalle più nobili alle più “povere”, e sulla stagionalità degli ingredienti, riesce a soddisfare tutti i gusti e le esigenze, compresi celiaci, vegetariani e vegani. La lista dei vini non è da sottovalutare, sempre di altissima qualità ma che tende a privilegiare piccoli produttori e vignaioli artigiani, rendendo il 28 Posti un ristorante fortemente legato alla selezione, all’artigianalità e al territorio.

Il menù di Marco Ambrosino  cambia ogni due mesi, rendendo il ristorante una scoperta continua oltre che sinonimo di ricerca e passione! I più affezionati però non disperino. Alcuni dei suoi piatti forti rimangono una costante del locale, come i tagliolini con porro fondente, polvere di capperi e limone candito o il dolce a base di ricotta, carbone, gelato al polline e bottarga. E non è tutto, la particolarità di questo ristorante non si ferma in cucina, ma continua in sala tra gli arredi e l’architettura stessa. Un vero e proprio progetto architettonico che grazie a Gaetano Berni, Maria Luisa Daglia e Francesco Faccin ha riportato il locale al suo stato originario, arricchendolo però di una profonda anima artistica. Gli elementi di arredo hanno le origini più variegate: da quelli prodotti con materiali di recupero con l’aiuto dei detenuti di Bollate a quelli realizzati con il contributo del maestro ebanista Giuseppe Filippini, fino alle autoproduzioni della baraccopoli di Mathare. Senza dimenticarsi della presenza di alcune immagini di celebri progetti fotografici tra cui “Nomadic Sellers” di Filippo Romano e “In Case of Loss” di Francesco Giusti.

28 Posti dunque è più di un Bistrot, è un progetto dell’anima che tra innovazione ed etica riusce a unire in maniera unica la cucina d’autore, l’artigianalità e umanità.

FRAGRANZA TATTILE, UN NUOVO GESTO BYREDO

Ben Gorham immagina una nuova gestualità olfattiva: nasce Kabuki Perfume di Byredo. Solitamente invisibile, il profumo si trasforma in una sensazione tattile. Tre fragranze cult firmate Byredo si diffondono con un pennello retraibile, quasi segreto, attraverso una cipria microfine nascosta. Frammenti di riso. Farina di rizomi di iris. Nuvola lattea. La cipria aleggia da secoli dietro le quinte dei palcoscenici di tutto il mondo. Si presta perfettamente a ogni metamorfosi, nascondendo e svelando le emozioni del viso. Nella tradizione del teatro Kabuki, che unisce danza, canto e mimo, la cipria è indispensabile ai fini della narrazione. Unita a un tratto di pigmento nero su occhi, sopracciglia e labbra, permette di differenziare un temperamento buono da uno cattivo. Ispirandosi alla raffinatezza di questo teatro estremamente codificato e allo stesso tempo misterioso Byredo reinventa Bal d’Afrique, Blanche e Gypsy Water, trasformandole in una dolcezza talcata da diffondere sul collo, su tutto il corpo o da sovrapporre alla tradizionale versione a base alcolica.

Basta un clic all’estremità del pennello per polverizzare la giusta quantità di cipria profumata sulla pelle. Un gesto che offre a ogni fragranza una dimensione finora inesplorata. I pack dei profumi tattili Kabuki di Byredo sono interamente laccati in nero. Solo i nomi dei profumi sono impressi in bianco con uno stile tipografico essenziale.

Continue Reading

CHARLOTTE GAINSBOURG FOR NARS

“Charlotte Gainsbourg for NARS” nasce dall’incontro artistico tra François Nars e la camaleontica attrice francese. Una sinergia creativa il cui risultato è una collezione makeup dall’animo deciso, che rispecchia appieno gli universi stilistici ed ispirazionali delle due personalità: la visione che François Nars ha della bellezza e lo stile unico ed inconfondibile di Charlotte Gainsbourg. Charlotte, grazie ai molteplici set su cui ha lavorato in qualità di attrice, musicista e testimonial, ha sviluppato un rapporto intimo e ravvicinato con il makeup, che ha scelto di riflettere in questa speciale collezione. Formulazioni particolarmente confortevoli e tonalità innovative contraddistinguono il signature look di Charlotte Gainsbourg, modulato su occhi intensi e accenti frizzanti. La pelle risplende di vitalità grazie all’inedito Hydrating Glow Tint. Le guance sono accese da un leggero rossore, mentre le labbra rimangono delicatamente colorate. Le tonalità in cui è declinata la collezione sono state scelte personalmente da Charlotte, che si è lasciata ispirare dalle proprie fantasie, evocando il ricordo della famiglia e degli amici, degli attimi vissuti tra Londra e Parigi, le due città in cui è cresciuta. Il packaging vede linee femminili e dettagli maschili coesistere in armonia, evocando un mix di stili che coniuga il rigore militare del cachi a sofisticati tocchi dorati.

Continue Reading

La Mer E Il Miracle Broth

di Anna Maria Negri – Foto Vincenzo Patruno

La storia del Miracle Broth e della leggendaria Crème de la Mer è una storia di speranza e perseveranza, di rigorosa ricerca scientifica e del potere rigenerante del mare. E’ una storia di trasformazione quotidiana, di beauty routine lenitive e profonda cura che inizia con un incidente e termina con un miracolo. Cinquant’anni fa, il fisico aerospaziale Dr.Max Huber subì delle ustioni provocate da un incidente di laboratorio. Insoddisfatto dell’aspetto della sua pelle segnata dalle cicatrici cominciò una ricerca personale per migliorarla.

Passarono 12 anni e 6000 esperimenti ma alla fine perfezionò un concentrato di nutrimenti, il Miracle Broth, anima della crema che aiutò a migliorare l’aspetto della sua pelle: era nata Crème de la Mer.

Continue Reading

THE GORGEOUS BETTY BOOP RED

di LolaGlam

Elegante, brillante e sfrontata…l’originale e irriverente personaggio di Betty Boop ha conquistato i fan di tutto il mondo per decadi intere. Ora MAC per ricordare l’intramontabile icona ha creato un rossetto rosso fuoco ispirato al suo inconfondibile segno distintivo: labbra rosse imbronciate. In vendita in esclusiva per 6 settimane sul sito italiano di MAC. Ma il celebre brand di Make Up non è l’unico ad essere stato ammaliato dal Betty Boop Red. Lo stilista Zac Posen ha infatti dedicato una Capsule Collection alla pepatissima Betty. Non solo, il celebre designer si è anche fatto ritrarre in versione animata per promuovere la nascita della sua collezione moda e del lipstick firmato MAC. Il corto animato, che segna il ritorno sulle scene di Betty Boop dopo 30 anni, è solo il primo di un progetto che prevede 3 uscite. Ancora una volta l’intrepida Betty, anno di nascita 1935, ci insegna una piccola lezione: si può essere sexy senza essere alte 1 e 90, magrissime e con capelli perfetti. Anche a 85 anni. Perchè il vero sex appeal è senza tempo.

Jean Paul Gaultier Classique & Le Mâle Superheroes

di Anna Maria Negri – Foto Mike P. Baker

In termini di coppie non c’è abbinamento più iconico: Classique & Le Mâle sono due delle grandi leggende della profumeria, durati più a lungo rispetto a qualsiasi coppia di Hollywood. Per celebrarle, Jean Paul Gaultier presenta due nuove edizioni limitate delle fragranze superstar, illustrate con immagini di altrettanto famosi supereroi interplanetari della DC Comics: Wonder Woman e Superman.

Continue Reading

Easy beauty e digital vegano, ovvero Millennials per sempre!

di Cristina Minelle

Prodotti che ritornano alle origini, ingredienti che conti su una mano e packging minimalisti. Sono i nuovi superfood che seducono la pelle con sfrontata semplicità e predicano lo slogan ‘with loss you are more’. Il beauty by Millennials è ‘Easy’, affamato di essenzialità e spiritualità. Rimedi al 100% naturali che hanno effetti su corpo, mente e perché no anche sulla libido. Soluzioni green(tose) che trasformano il food in cosmetico, come il Babasucco, trattamento rigenerante suddiviso in 6 succhi di frutta e verdura freschissime pressate con gli ‘effetti collaterali’ che tutti vorremmo: elimini le tossine e ripulisci l’organismo migliorando anche la digestione. Un digiuno liquido aiutato dagli integratori Babasuper, veri tonici, mix di erbe drenanti e detox che rivoluzionano l’idea di dieta.

Continue Reading

Labbra in primo piano!

di Barbara Ciccognani – Foto Davide Vagni

Dedicato a chi vuole usare le labbra come arma di seduzione. Se il focus è sulle labbra, protagonista è un rossetto ultra-brillante. Sceglilo in un colore intenso come il rosso 440 Arthur ROUGE COCO. Il rossetto iconico di CHANEL è stato reinventato con una nuova formula più sensoriale, che idrata per tutto il giorno. Finish vinilico per ROUGE COCO GLOSS, un nuovo gloss ultra-brillante e idratante grazie al complesso Hydraboost a base di cere naturali di jojoba, girasole e mimosa e a un derivato naturale di olio di cocco. Le labbra sono istantaneamente levigate, morbide e nutrite, giorno dopo giorno. La sua consistenza gel non appiccica e si fonde perfettamente sulle labbra per creare un effetto “watery” ultra-brillante e a lunga tenuta. Qui nella tonalità Bitter Orange 752.

Continue Reading

Lady Gaga per Tiffany City HardWear

di Sabrina Mellace

Io vado pazza per Tiffany… specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie” recitava Haudrey Hepburn in Colazione da Tiffany e come lei Lady Gaga, testimonial della nuova linea City HardWear, ammalia nello spot lanciato il 5 febbraio durante l’half time del Super Bowl davanti a 200.000 spettatori, confidando quanto è sempre stato importante per lei da ragazzina “passeggiare sulla 5th Avenue, e soffermarmi davanti alle vetrine di Tiffany”, un’esperienza certamente anelata da moltissime donne in tutto il mondo.

Continue Reading

La seducente arte del Make Up

di Anna Maria Negri – Foto Angela Improta

Shodo e’ l’arte giapponese della calligrafia. E’ una disciplina artistica che richiede un lungo apprendistato e un continuo esercizio. In Giappone e’ la base per la pittura, infatti le due arti sono entrambe basate sulla padronanza del tratto, l’immediatezza del gesto, la continuità del ritmo, il controllo della forza impressa sul pennello e non accettano ritocchi o correzioni. Anche il make up è un’arte. Gli strumenti ad hoc per una perfetta esecuzione sono i pennelli professionali da trucco. E naturalmente le tinte e i prodotti giusti. Lolaglam vi svela qualche segreto che potrebbe tornarvi molto utile.

Continue Reading

Erni e l’elogio alla vera bellezza

di Sabrina Mellace

Quante volte abbiamo sentito parlare di vera bellezza senza realmente approfondirne il significato? Manuali, saggi e conferenze che cercano di stabilire dei canoni precisi da seguire; fashion system, televisione e cinema che continuano a bersagliarci con input univoci. Poi su Instagram appare “Erni” con i suoi capelli argentati e senza un filo di trucco in un susseguirsi di look stravaganti e decisamente inusuali e capisci quanto sia sorprendente la vita in un momento storico in cui Photoshop prevale su tutto.

Il vero nome della neo-star di Instagram è Ernestine Stollberg, anni 95, di origine ebrea, ex ballerina di rivista scappata a Buenos Aires per sfuggire alla seconda guerra mondiale, che vive a Vienna vicino al concept store Park: la boutique nota per la selezione di designer di ricerca è gestita da Markus Strasser e Helmut Ruthner che un giorno le hanno chiesto di indossare alcuni capi in vendita. Da quel momento hanno iniziato una stretta collaborazione che ha portato a realizzare una serie di scatti sempre sullo stesso sfondo ma diversi per l’attitude e il posing di Erni, che si è dimostrata una vera top model: Ann Demeulemeester, Dries Van Noten, Sacai, Christian Wijnants, Acne Studios e Jacquemus sono alcuni dei brand che Ernie indossa in modo molto naturale e spontaneo. Fortunatamente nell’ultimo periodo il mondo della moda è decisamente controccorente rispetto al “ trend di rottamazione”: basta pensare all’ultima sfilata di Simone Rocha a Parigi che per la sua collezione AI 17-18 ha deciso di far salire in passerella una delegazione di modelle over 70, ambasciatrici di una moda e di una bellezza che non hanno età come Jan Villeneuve e Benedetta Barzini, muse storiche di Irving Penn e David Bailey, che negli anni sessanta, con la loro silhouette affusolata e il volto sottile contribuirono a ridefinire i canoni di bellezza. Ora aspettiamo il momento di vedere Erni sulla cover di Vogue America magari scattata da Annie Leibovitz, in una vera e unica consacrazione.

UOMINI FEDELI…AL PROPRIO PROFUMO!

di Anna Maria Negri – Foto Vincenzo Patruno

“Il profumo è la prima traccia della tua presenza. Due gocce sono sufficienti, rigorosamente sui polsi. Così muovendo le braccia, delimiti il tuo territorio”.

La frase di Chandler Burr, curatore del Dipartimento di Arte Olfattiva del Museum of Arts and Design di New York, denota l’importanza di un buon profumo, proprio come un biglietto da visita. Lasciano scie uniche che restano nell’aria a dimostrare il loro passaggio. Sono le fragranze che indossano i nostri uomini: fedeli (almeno al profumo!) Non amano i cambiamenti, odiano le etichette ma adorano essere riconosciuti proprio da quella scia unica e inconfondibile che li contraddistingue.

Continue Reading

Mr. Loc Dong, naso di Olympéa Intense

di Anna Maria Negri

Sentori speciali, universi olfattivi che rimangono impressi nella memoria come fossero immagini indelebili. Lo sa bene Loc Dong, il primo profumiere asiatico del settore, che ha fatto di sensibilità virtù. E di virtù un mestiere per la vita. A partire da i suoi grandi successi lavorativi come la creazione di Acqua di Gioia di Giorgio Armani, Manifesto di Yves Saint Laurent o Euphoria di Calvin Klein, solo per citarne alcuni. Dopo dieci anni di esperienza nel settore, lavorando per Haarmann & Reimer e Aromatiques tra Grasse e New York, Parigi e la Germania, si unisce nel 2002 a International Flavors & Fragrances (IFF) , in qualità di Profumiere Senior. A Parigi, in occasione del lancio della fragranza di Paco Rabanne Olympéa Intense, c’è stato un incontro speciale tra LolaGlam questo “naso” straordinario, al quale abbiamo chiesto di regalarci un piccolo assaggio della sua arte, della sua vita e del suo lavoro.

Continue Reading