Roads, il profumo è arte invisibile

di Benedetta Maccaferri

“Le fragranze possono essere più di un piacevole accessorio. Un grande profumo è un’opera d’arte. E’ poesia silenziosa, invisibile linguaggio del corpo. Può risollevare le nostre giornate, arricchire le nostre notti e creare pietre miliari nelle nostre memorie. Una fragranza è emozione liquida.” (Michael Edwards)

Il profumo è pura arte come la persona che lo indossa; dall’apparenza così semplice ma di fondamentale importanza. Il profumo permette di raccontarci ancora prima di farci conoscere ed è per questo che nasce la “Core Edition” di Roads, che consente una fusione tra l’arte e la persona. Questa linea nasce dalla collaborazione tra Danielle Ryan, fondatrice di Roads, e il suo team con alcuni dei migliori creatori di fragranze al mondo. Questi ultimi hanno tratto ispirazione da luoghi, persone, ricordi, emozioni e sensazioni sia artistiche che visive. Il risultato delle loro ricerche è una fantastica linea di fragranze, delle quali, dieci per la “Core Edition” e quattro per “l’Africa Edition”. La singolarità di questa nuova linea risiede nel fatto che Roads ha curato la scelta di quattordici opere d’arte, ognuna delle quali rappresenta la personalità di ciascun profumo della linea.

I profumi della “Core Edition” sono:
ART ADDICT. Sorprendente e sofisticata, Art Addict è una fragranza che si ispira al prestigio del mondo dell’arte contemporanea ed ai suoi contenuti concettuali. Fragranza: Mela verde, fresia rosa, violetta, iris selvatico, ambra e muschio
END GAME. L’arma più potente a scacchi è quella di avere l’ultima mossa. Le combinazioni sono simili a melodie, un sottile piacere intrecciato con la tranquillità della mente. End Game è una fragranza singolare, intrisa di calma e strategica lucidità. Fragranza: Bergamotto, salvia sclarea, vetiver e muschio
FLOWER MOUNTAIN. Una scia fiorita in un pomeriggio sognante. Essere trasportati sulle alture di una montagna dove vagare senza meta e pensieri, abbandonandosi all’oblio. Fragranza: Fiori d’arancio, violetta, gelsomino, liquerizia, foglie verdi, legno e cuoio
UNSAID. I momenti da cui prendono forma i ricordi. L’intesa di uno sguardo intimo e complice. Quegli attimi in cui anche ciò che non viene detto, si propaga nell’aria come una fragranza. Momenti inespressi ma che lasciano un segno indelebile e che, come un profumo, persistono a lungo. Fragranza: Acai, ciclamino, patchouli e cuoio di toscana
FOOL AROUND. Lasciarsi andare. È tutta questione di qui ed ora. Una fragranza basata sulla stimolante connessione degli individui quando tutti i sensi sono acuiti ed il mondo appare vivo.
Fragranza: Mandarino, petali brinati, ninfea, orchidea tigre, magnolia rosa, ambra, legno di sandalo e note marine.

Backround image @Sergey Tolmachev

Iconic Barbie

di Lolaglam – foto Alberto Alicata

In questo progetto, Alberto Alicata, ripercorre la storia della fotografia, delle immagini iconiche realizzate dai grandi maestri, ricorrendo all’utilizzo di uno dei simboli della cultura occidentale contemporanea: la Barbie.
Nel 2016 viene presentato il lavoro, iniziato nel 2014, che offre una personalissima reinterpretazione della fotografa di moda dagli anni ’50 fino ai nostri giorni. Irving Penn, Richard Avedon, Guy Bourdin, David Lachapelle, Mario Testino sono alcuni dei nomi cui Alicata rende omaggio, studiando minuziosamente gli scatti prescelti e ricreando un set a misura di Barbie che rifetta con dovizia di particolari ai limiti della precisione ossessiva, l’originale da cui trae ispirazione, per rafforzarne l’autenticità e la forza di immagini senza tempo, oramai entrate a far parte della nostra memoria visiva e destinate ad essere sempre attuali. L’intuizione giocosa di operare questa simulazione, utilizzando uno dei simboli più imitati, idolatrati, collezionati e studiati che si rinnova in ogni periodo storico, colloca questa produzione in una dimensione in divenire, destinata ad arricchirsi di nuove immagini, ulteriori possibilità di citazione ed inaspettate suggestioni. Il progetto Iconic B ha vinto, nel 2016, i Sony World Photography Awards nella categoria professionisti, inoltre, è stato esposto in gallerie in diversi paesi del mondo.

Shiseido Luxury Foundation

di Arianna Chierici

Shiseido ha infuso tutto il suo know-how nell’anti-age e nella tecnologia della luce in un fondotinta skincare senza precedenti: Total Radiance Foundation è un lussuoso fondotinta anti-età che completa la beauty routine donando un incarnato luminoso, dalla texture trasparente per una pelle elastica. Come per ogni trattamento Shiseido, l’applicazione di Total Radiance Foundation non è solo un gesto di bellezza ma un momento di benessere. La sua texture è incredibilmente impalpabile e fluida, si stende con estrema facilità e leggerezza sul viso. A ogni applicazione i fiori di ciliegio, prugno e rosa giapponese emanano il loro delicato aroma. Non un semplice dettaglio ma una fragranza aromacologica capace di contrastare l’ormone dello stress e far vivere un’esperienza di puro relax.
Aura Radiance Powder è il segreto della formula di Total Radiance Foundation. Le sue micropolveri diffondono un’aura di luce che avvolge il viso e si irradia dall’interno. Immerse in particelle perlate, le micropolveri assorbono gli spettri di luce che rendono la pelle spenta in favore della luce rossa, che la fa apparire più fresca e luminosa. Aura Radiance Powder rende la pelle luminosa, liscia e compatta e minimizza la visibilità di pori, linee sottili e tono cutaneo disomogeneo.
Shiseido ha selezionato tre pregiati estratti botanici giapponesi che agiscono in sinergia per ottimizzare l’effetto skincare di Total Radiance Foundation: Estratto di Foglie di Sakura, che inibisce la degradazione dell’elastina.
 Radice di Angelica, che favorisce la sintesi di ATP, l’energia delle cellule. Superior Uji Green Tea, un potente antiossidante che protegge le cellule dai danni causati dai raggi UV. 4MSK, un derivato dalla radice della liquirizia che regola la produzione di melanina. Total Radiance Foundation è un fondotinta intelligente che si adatta a qualunque condizione della pelle per garantire un risultato sempre impeccabile.

 

Il momento fashion di Hello Kitty da Tom Sachs a GCDS

di Lolaglam

Nel 1974 è nata un’icona, adorata da bambini e adulti, che grazie al suo mood positivo e al suo stile è stata adottata dalla moda, dal mondo beauty, per contaminarsi perfino con l’arte più concettuale. Si chiama Hello Kitty – celebre e amato personaggio di Sanrio – e sta vivendo un nuovo momento cool grazie a una serie di collaborazioni con brand fashion, da Vans e Converse a Diesel ed H&M, passando per Asos, GCDS e Pinko. Dopo Lady Gaga, i KISS, Nicola Formichetti e Anteprima, è la volta di GCDS, streetwear disegnato da Giuliano Calza che, durante la Milano Fashion Week di settembre, ha presentato la capsule collection ispirata a una Kitty dall’anima fashion e rock. Hello Kitty compare così su felpe, t-shirt e accessori mentre il logo è interpretato in stile metal. Chiara Ferragni, Caroline Vreeland, Gilda Ambrosio sono alcune tra le IT girl che hanno già amato e instagrammato i look preferiti dalla capsule, a partire dal mini pull rosa con il viso irriverente di Kitty, la spilla e la felpa oversize. Anche Urban Outfitters ha presentato di recente la collezione FILA x Sanrio: 3 look ironici e femminili dove il logo FILA è insieme ai personaggi di Sanrio ed in particolare a Hello Kitty per l’ Europa: una felpa con cappuccio, una t-shirt a maniche lunghe e una a maniche corte. Kitty con il suo carattere e il suo stile ha conquistato anche l’arte contemporanea: molti si ricorderanno che è stata celebrata proprio dal visionario Tom Sachs, l’artista statunitense che reinventa la realtà con il bricolage e le sue sculture oversize. Attingendo alla cultura pop ha realizzato infatti qualche anno fa una serie di Hello Kitty giganti, che mostrano con orgoglio le imperfezioni del processo creativo e artigianale, e sono state esposte a Parigi e New York. Bronzo e superficie dipinta bianca che richiama il foamcore- – un particolare tipo di foglio espanso ricoperto da cartoncino – e materiale prediletto dell’artista. Ora è arrivata anche in Italia la Hello Kitty GANG, una vera e propria community – by invitation only – che riunisce le fan italiane più fashion e più cool, tra top editors, influencers, stylist. Non manca la Pina, amante del Giappone e di Kitty dalla prima ora, la crew di The Blonde Salad, la make up artist e beauty editor Anna Maria Negri, il team editoriale di Vogue, le influencer Gilda Ambrosio e Tina Leung. Esclusivi per la GANG eventi e momenti speciali a tema Kitty, dove regna il pink power! Per essere una fan di Kitty il profilo instagram da seguire è quello di @HelloKittyEU dove costantemente si è travolti da storie ricche di allegria, positività e stile.

 

 

 

 

ANTI-age: IL SEGRETO DELLA SARDEGNA

di Indievidual beauty – foto Mike P. Baker

In Sardegna la percentuale di centenari è il triplo rispetto al resto dei Paesi occidentali e da anni scienziati da tutto il mondo visitano l’isola alla ricerca del segreto anti-age. Nel 2006 la rivista scientifica Nature ha ipotizzato che l’elisir di lunga vita fosse racchiuso nel Cannonau, l’uva autoctona dell’isola: l’uva Cannonau ha infatti la peculiarità di possedere un concentrato di Polifenoli antietà tre volte superiore rispetto alle altre uve e, in particolare, è la più ricca di OPC (Procianidine). Da allora, il brand sardo Soha si è chiesto se questi presunti benefici per la longevità potessero aiutare anche la pelle a combattere l’invecchiamento. Dopo anni di ricerche hanno così sviluppato e brevettato un processo di doppia estrazione senza agenti chimici o solventi, per estrarre i Polifenoli antietà dall’uva senza intaccare le loro eccezionali proprietà. Nasce così la linea skincare Soha Cannonau, una crema viso in due texture, un contorno occhi e soprattutto il Siero-Elisir di Giovinezza, con una doppia concentrazione di Uva Cannonau ed estratto di Fico d’India per un risultato anti-age. Tutte le formule sono naturali per più del 90% della composizione e sono racchiuse in flaconi-gioiello, a ricordare la tradizione orafa della famiglia.

Don Giovanni secondo Fornasetti

di Arianna Chierici

“Cercate di immaginare un mondo senza musica, è la stessa cosa che provereste in un mondo senza decorazione.” Barnaba Fornasetti.
La collezione Don Giovanni, un omaggio di Fornasetti all’opera lirica, è stata presentata al Fornasetti Store di Milano dal 17 novembre 2017. Concepita come parte di un progetto creativo più ampio, fortemente voluto da Barnaba Fornasetti, la collezione è volta a valorizzare la conoscenza dell’opera lirica e a portarla a contatto con un pubblico eterogeneo. Il progetto ha visto la sua prima tappa nell’inverno 2016 con la produzione de Il dissoluto punito, ossia il Don Giovanni, uno dei massimi capolavori di W. A. Mozart. Con questa operazione audace Fornasetti è riuscito a creare un ponte tra il genio austriaco e la visione surrealista dell’Atelier milanese. Ad ispirare la creazione della nuova collezione è proprio l’universo visivo nato da quest’incontro. I decori sono tratti dalle scenografie della versione fornasettiana del Don Giovanni e ne richiamano i temi principali: visi di donna, mani che offrono e posseggono, maschere, giocolieri che utilizzano con destrezza l’arte dell’inganno e foreste surreali che rimandano al lato ombroso di Don Giovanni, seduttore e mito provocatore. La collezione è composta da diversi pezzi, mobili in edizione limitata, porcellane e complementi d’arredo. Tutti sono prodotti secondo la tradizione dell’Atelier che Barnaba Fornasetti porta avanti fedelmente e che li rende espressione perfetta di equilibrio tra arte e artigianato. La loro espressività e la loro doppia natura, funzionale, da un lato, e culturale, poetica dall’altro, rende i pezzi di questa collezione capaci di conferire agli ambienti un ritmo e una narrazione visivi dai tratti vivacemente teatrali.