Autunno in bellezza per pelle e capelli

di Anna Maria Negri – foto Stefano Sciuto

Ah, le vacanze estive! Che magnifico, lontano ricordo. Al rientro in città, la pelle e i capelli possono risultare presto spenti come l’umore che ci accompagna. Con l’autunno alle porte, meglio pianificare subito una corretta beauty-routine di protezione e idratazione per affrontare in bellezza il cambio di stagione. Forse non basterà a migliorare l’umore, ma di sicuro aiuterà a mascherarlo!

Continue Reading

CLINIQUE SEMPLIFICA LA BEAUTY ROUTINE

di Arianna Chierici

Clinique presenta 2-in-1 Cleasing Micellar Gel + Light Make-up Remover, detergente e struccante in un solo prodotto che non richiede l’utilizzo dell’acqua per essere rimosso: una doppia detersione, in tutta semplicità.
La particolare formulazione gel-acqua dell’innovativo 2-in-1 Cleansing Micellar Gel + Light Make-up Remover deterge la pelle delicatamente, lasciandola idratata e fresca. La tecnologia micellare rimuove accuratamente il make-up da viso, occhi e labbra. Il nostro consiglio? Passa un dischetto di cotone per asportare eventuali residui di prodotto dalla superficie.

Che cos’è la Tecnologia Micellare? Le micelle agiscono direttamente su sebo e impurità, eliminando al tempo stesso il trucco, con una sola passata. Sulla pelle, le micelle si disgregano e si attaccano a make-up e residui, che vengono così catturati e poi rimossi facilmente. Clinique 2-in-1 Cleansing Micellar Gel + Light Make-up Remover è formulato con noti agenti idratanti e lenitivi:
• Sodium Hyaluronate (sale sodico dell’acido ialuronico) – un efficace umettante che fornisce idratazione immediata alla pelle.
• Estratto di Cetriolo – un estratto naturale che contiene beta-carotene e Vitamine A e C. Ha proprietà idratanti e lenitive.
• Trealosio – aiuta a potenziare la capacità naturale della pelle di attrarre umidità dall’ambiente.
• Un sistema emulsionante di origine naturale con estratti vegetali che deterge e rimuove il make-up, senza irritare la pelle.

L’innovativo gel micellare di Clinique si può passare anche sugli occhi. Lascia la pelle fresca e morbida, trasformandosi in acqua per rimuovere il make-up e al tempo stesso detergere la pelle

#TRENDSINPILLS: FANTASIA CHECK

di Martina Antinori

Linee, colori, richiami dal passato e salti nel futuro compongono le fantasie che si stagliano sulle passerelle. Classico e austero il motivo check, sinonimo di un’eleganza senza fronzoli, rigorosa ma intramontabile. Una fantasia forte e audace, scomponibile e ricomponibile in innumerevoli varianti ma immutabile nel suo carattere determinato.

N°21, un brand che si forma nel mix tra passato e contemporaneo, non attua teatrali sconvolgimenti ma un’equilibrata e rispettosa convivenza. Il motivo check del vecchio mondo si rinnova nei dettagli, gli orli dal sapore college creano un allure Sporty-Chic e riportano la donna a teenager.

Stella McCartney sfila in una perfetta fusione tra costruzione e femminilità, rappresentando senza eguali le molteplici anime della donna moderna. Un abito che si fa uniforme, armatura, ma che non limita il corpo e la sensualità. Le costruzioni rigorose si tingono di un’irriverente fantasia check che gioca tra colori e opposizioni miaxi e mini.

Tory Burch ammalia con un’eleganza dal touch country, sofisticata e d’altri tempi. Una collezione piena di garbo, di vivace rigore. Il check è colorato, animato da diverse combinazioni e forme: un pull ricamato da un macro check si abbina ad una più classica mini a pieghe.

L’energia e la decisione trasmesse da un motivo come il check possono arricchirsi di più sfaccettature, possono inseguire il mondo sporty o ricreare un teenage-dream. Tutto si trasforma pur rimanendo immutato: i significati si attraversano, si incontrano e si scontrano per poi tornare indipendenti tra loro.

Tiffany & co. – the new fragrance

di Arianna Chierici

Tiffany & Co. torna con una nuova fragranza audace e intensa che celebra la purezza del marchio, creata da Daniela Andrier. L’effervescente musk fiorito è una ripresa dell’ingrediente più prezioso dell’alta profumeria tradizionale. Il profumo si apre con frizzanti note di testa di mandarino verde. Nel cuore, l’ingrediente protagonista è il prezioso fiore di iris. Prezioso perché è stata proprio una spilla a forma di iris incastonata con granati demantoidi e zaffiri del Montana che valse a Tiffany il premio più importante all’Esposizione di Parigi nel 1900. Raccolto in Francia durante i mesi di luglio e agosto, il burro di iris si ottiene attraverso un processo di estrazione che assicura un’intensità prolungata, pura e sensuale fino all’ultima nota. Questo ingrediente caratteristico infonde femminilità ed estrema raffinatezza. Le note di fondo sono un mix di patchouli e muschio. La struttura finale è inaspettata e senza tempo.

Continue Reading

Beauty Routine: LOLA’S MUST HAVE

di Anna Maria Negri – foto Sonia Marin

Ragazzina spregiudicata e ribelle eccoti servita la tua beauty routine di fine estate! Per prolungare il piacere della bella stagione ti serve un mix di MakeUp e skincare, qualche goccia di acqua profumata e la tua voglia di sperimentare!

Continue Reading

FOOD RUNWAY @ 28 POSTI

di Arianna Chierici

In occasione della MFW S/S 2018, dopo il successo avuto durante la design week, il Bistrot milanese 28 Posti, proporrà una vera e propria Food Runway, uno speciale menù realizzato con alcuni stilisti di nuova generazione. Ad accettare la sfida sono: Vivetta, Paula Cademartori, Arthur Arbesser, Massimo Alba e Miahatami.

L’appuntamento è dal 20 al 26 Settembre, per cinque giornate speciali che vedranno i giovani stilisti affrontare il mondo della cucina, portando nei piatti il loro gusto e la loro fantasia, creando proposte culinarie inaspettate ed estrose.
 Il piatto speciale ideato dai designer, insieme allo chef Marco Ambrosino, sarà il primo ad uscire durante le serate e darà quindi un benvenuto speciale agli ospiti. Seguirà il resto del menù di 28 Posti. Lo chef ha proposto agli stilisti di partire da una base di tre ingredienti, uno principale e altri due più di contorno. Sulla base di questo, i Designer possono scegliere se usarli tutti oppure solo alcuni, e se aggiungere un ingrediente a piacere che faccia parte della tradizione di ognuno loro o che sia per qualche motivo un ingrediente “del cuore”.

Massimo Alba, che aprirà la prima serata, ha deciso di portare nel suo piatto zucca, sambuco e semi di zucca; durante il secondo giorno c’è Vivetta che opta per la barbabietola, yogurt greco e semi di basilico. Il giovane designer Arthur Arbesser aggiunge alla lattuga, alla rapa e al limone un po’ di senape, mentre Miahatami e Paula Cademartori hanno scelto lo stesso piatto aggiungendoci però un tocco personale. La base sarà per entrambi anguria, daikon e alghe ma la differenza la faranno i pistacchi iraniani nel piatto di Miahatami e dragon fruit per Paula.

Ancora una volta il mondo del food si lascia contaminare da diversi spunti creativi, offrendoci un modo inaspettato di vivere la settimana della moda.

Per prenotazioni:
 28 Posti – via Corsico 1, T 02 8392377
 – M 28posti@gmail.com

KISSES FROM NOLITA!

di Arianna Chierici – foto Sonia Marin

Nolita, il quartiere che inizia subito dopo Houston Street, è diventato una delle zone preferite del millennio e il quartiere più cool di Downtown. Bond No.9, brand noto per ispirare le sue fragranze ai luoghi più iconici ed eccitanti di New York, ha creato la fragranza perfetta per questo trendy neighborhood: Nolita Eau de Parfum.

Nolita si trova in direzione sud di Noho, est di Soho e ovest di Lower East Side, (da qui il suo nome). Una costellazione di strade strette e alberate, tremendamente di tendenza, è il vero nuovo terreno per l’élite di New York. Ha mantenuto da sempre l’atmosfera di quartiere in stile italiano con i tradizionali negozi, pur lasciando spazio a nuovi arrivati, come boutique e cocktail boites super esclusivi. Per Nolita Eau de Parfum, Bond No.9 ha preso ispirazione proprio dal mix strepitoso di tradizione e novità di questo eclettico quartiere.

Le note di testa sono un classico femminile, la fresia, contrastata da un guizzo ravvivante di mandarino – che rendono la scia olfattiva, un profumo perfetto per la primavera. Nel suo cuore, un inebriante gelsomino sambac che si unisce a un romantico giglio. A questo si aggiunge un caldo fondo di ambra, muschio e sandalo. Il flacone di Nolita è glamour ed eccentrico con un’esplosione di baci rosso fiamma, fucsia e rosa bubblegam bordati d’oro. Ma non è finita qui! All’Eau de Parfum si unisce il primissimo e cremoso rossetto rosso Bond No.9 da abbinare con la fragranza Nolita mentre si passeggia tra i viali alberati del nuovo distretto super cool di New York.

ZENITH: l’alta Orologeria si apre a nuove cromie

di Sabrina Mellace – foto Fabrizio Scarpa

Elegante ma audace Lady Monophase_33.00 abbraccia inusuali cromie. Zenith, autorevole punto di riferimento per l’orologeria di alta gamma, arricchisce la sua collezione “Elite” con un nuovo modello: il nuovo Elite Lady Monophase 33 mm disponibile con cinturino in alligatore nelle varianti colore giallo, verde mela, turchese o rosso. Contemporanee e inaspettate le quattro varianti si alternano tra panorami urbani e location insolite.

Zenith Elite Lady Moonphase non è semplicemente un orologio ma è un esclusivo gioiello. La sottilissima cassa con lunetta tempestata di diamanti ha una funzionalità incredibile: calibro automatico Elite 692, 3,97 mm e 195 componenti che garantiscono una riserva di carica di oltre 50 ore e una frequenza di 28.800 alternanze/ora, con indicazioni di ore, minuti, piccoli secondi e fasi lunari. Il fondello permette di ammirare il meccanismo animato da una massa oscillante con motivo “Côtes de Genève” mentre, sul quadrante in madreperla incorniciato da una lunetta lucida, spicca il disco della luna blu intenso cosparso di stelle e le lancette a foglia che scorrono sugli indici incisi stilizzati delle ore. Libertà ed eleganza per un orologio da indossare in ogni occasione.

Rossetto arancione, sì grazie!

di Erika Moschetta – gif Arianna Chierici

“Il rossetto è molto più di un prodotto. È qualcosa che ti trasforma.” Poppy King

È il colore del momento, ma sono in molte ad avvicinarsi con cautela al rossetto arancione. L’arancio è un colore caldo, e ha come base il giallo. Le sfumature vicine sono quelle del pesca e del salmone. Essendo una nuance evidente e particolare è importante sceglierla partendo dal colore della carnagione e dei capelli. Inoltre, se non avete denti perfettamente bianchi fate attenzione a selezionare la giusta tonalità e la giusta texture. Evitate rossetti opachi e optate per una sfumatura di arancione più fredda e accesa e abbinatelo a un make-up delicato: ombretto, terra e blush devono essere della stessa sfumatura di arancione. Vietato assolutamente usare un fard rosa, fucsia, mattone o altre tonalità non aranciate. L’ideale? La terra abbronzante! Vuoi sapere qual’è il rossetto arancione perfetto per te?

Continue Reading

Profumo: l’arte di emozionare

gif Mike P. Baker

Metti due profumi: Dolce&Gabbana Light Blue Intense Pour Femme e Pour Homme, un gruppo di uomini e donne di diverse età e un blind test. Il risultato? Un racconto emozionale sorprendente su come sono state percepite le fragranze, realizzato per LolaGlam da un’ospite d’eccezione: Vanessa Caputo di Beauty Scenario

Di tutti i prodotti di bellezza il profumo è l’unico in grado di suscitare emozioni contrastanti e nel contempo scatenare ricordi sopiti nella memoria con estrema intensità. Profumo che viene percepito diversamente da persona a persona in virtù delle passate esperienze e della memoria olfattiva.  Ecco perché abbiamo deciso di presentare una selezione di fragranze dal punto di vista emozionale; un racconto corale fatto da persone di età e sesso diverso che sono si sono prestate ad un blind test, ovvero hanno avuto modo di “annusare” e provare una fragranza senza conoscerne il nome e il brand, senza neanche vedere il packaging, per non essere influenzate nelle loro risposte. Siete curiosi di sapere le emozioni e i ricordi evocati da Dolce&Gabbana Light Blue Intense Donna e Uomo tra chi ha testato il profumo? Continuate a leggere.

Continue Reading

L’Autre Noir Givenchy MakeUp AI/2017

di Anna Maria Negri
foto Angela Improta – art direction Andrea Bettoni

L’Autre Noir Givenchy, collezione MakeUp Autunno/Inverno 2017 della Maison, nasce da un’idea “nera” ma tutt’altro che oscura. Dal nero nasce il colore, è una questione di riflessi. Pierre Soulages, grande artista contemporaneo d’Oltralpe, ama il nero per la sua gravità, la sua evidenza, la sua radicalità. Chiama i riflessi di questo non-colore “Nero Luce” o “Outrenoir”, un neologismo coniato dal pittore stesso che può essere tradotto come “oltrenero”. Da qui il gioco di parole, dall’oltrenero all’altronero per la collezione makeup Givenchy.

Continue Reading

#TRENDSINPILLS: la TUNICA

di Martina Antinori

La tunica, avvolgente e sofisticata. Sinuosa asseconda morbidamente il corpo nei suoi movimenti, ne lascia percepire le forme senza svelarne i segreti. Atemporale, nelle sue linee pulite ed essenziali, la tunica si orna di dettagli urbani per vestire le impeccabili dee metropolitane.

Loewe, guidato dal designer Jonathan Anderson, sfila in un mix eclettico di forme, materiali e accostamenti azzardati ma a regola d’arte. Tra righe e intarsi di pizzo, la tunica si fa forte e beffarda richiamando un mondo western magistralmente rivisitato in chiave moderna.
Victoria Beckham è un’eccezionale esponente di un easy attitude mai scontata, in continuo equilibrio tra maschile e femminile, tra struttura e fluidità. Una tunica che abbraccia e delinea il corpo perfettamente, che accoglie nelle sue linee flessuose fantasie geometriche riconfermando la ricorrente coesistenza di rigore e libertà.
Miu Miu, stravagante e irriverente rende omaggio a tutti i tipi di bellezza. Volumi, fantasie e applicazioni rielaborano eccentricamente anche le mise più discrete. Morbida ed essenziale la tunica si cosparge di cristalli, fantasie o maxi gioielli trasformandosi in un gioco di estrosa sontuosità.

Nella moda tutto muta, si trasforma, evolve in qualcosa di altro e di diverso. Il classico si fa moderno, il sacro si fa profano, è solo questione di equilibrio nei dettagli. La magia sta nella possibilità di straniarci dall’ordinario e diventare straordinari. “It’s all about the madness of glamour, in front of an uncertain future”.

Twilly d’Hermès

di Anna Maria Negri
foto Angela Improta – art direction Andrea Bettoni

Creata dalla straordinaria Christine Nagel, in-house perfumer della Maison, Twilly d’Hermès batte al ritmo pulsante di una gioventù vivace e impertinente. Guidata da un desiderio incessante di scoprire nuovi ingredienti e profumi originali, Madame Nagel, già acclamata genitrice di grandi capolavori olfattivi come Narciso Rodriguez for Her, Si di Giorgio Armani, Flash di Jimmy Choo, almeno sei jus di Joe Malone e l’Eau de Cartier, per questa nuova “fatica”, questa signora svizzera che ha mosso i suoi primi passi come ricercatrice chimica, per poi passare alla profumeria sotto la sapiente supervisione del famoso naso francese Michel Almairac, è andata assolutamente controcorrente.

Ha unito un insieme di desideri e intuizioni messi al servizio di una reinterpretazione di tre materie prime: lo zenzero, la tuberosa, il sandalo. Freschezza, mistero, legno. Note piccanti, solari, tenere. Tre materie tradizionali che, mixate in modo diverso, si trasformano in grinta impetuosa, conturbante attrazione, passionalità da scoprire. Implicita sensualità. Erotismo lunare. Dolcezza inalterabile. Ma anche eterna leggerezza, come sospesa a un filo di seta. Lo stesso filo che avvolge come un foulard il flacone di Twilly d’Hermès, uno “spaghetto” di seta a colori che cinge il tappo a forma di bombetta, ultimo tocco di esuberante fantasia.