Miller Harris Perfumer’s Library

di Erika Moschetta

Le Cèdre è l’ultimo eau de parfum della Perfumer’s Library di Miller Harris, la collezione rivelatrice e non convenzionale di profumi che reinterpretano la natura, in una semplice boccetta, dove ogni ingrediente è deliberatamente selezionato ed esaltato, in armonia perfetta, grazie alla conoscenza della complessità della loro composizione. Immagina di poter indossare la bellezza della natura, una ricca e profonda fragranza, di luoghi selvaggi dove il concetto di avventura ha ancora significato, e il vento deve cercare per trovarti.
 E quel vento raro è questo profumo di Miller Harris, ricco e senza tempo, dove la semplicità carnale del prestigioso legno di cedro texano si siede sotto il pepe rosa, la mimosa pura e la rarità esotica della natura: l’orchidea nera.

Una fragranza audace e devastante, dedicata ad un esploratore in un mondo di visitatori, Le Cèdre  si rivela più dolce rispetto a quello che potrebbe suggerire il suo vigore, raggiunge ogni angolo della bussola, grazie alle squisite materie prime trovate in natura. Per l’avventuriero sopito dentro di noi .

Premier Cru di Caudelie: FOCUS CONTORNO OCCHI

di Anna Maria Negri – foto Mike P. Baker

Premier Cru La Crème Yeux è una crema anti-età per il contorno occhi che attenua borse e occhiaie ed è utilizzabile anche per il contorno labbra. Un preparato volutamente senza profumo, oftalmologicamente testato e privo di parabeni, oli minerali, coloranti e fenossietanolo che contiene tutta l’eccellenza della maison Caudalie. Per contorno occhi s’intende quella precisa zona che circonda gli occhi, nota precisamente come area perioculare. Come il contorno labbra, è una zona estremamente delicata della pelle del viso perché la cute che circonda gli occhi appare evidentemente più sottile, le fibre elastiche e collagene presenti nella matrice del derma sono numericamente poche e il grasso sotto pelle è presente in quantità nettamente inferiore. Inoltre non gode del sostegno fornito dalla muscolatura del volto. Per questi motivi, la zona perioculare soffre in modo particolare gli insulti ambientali, l’aggressione degli agenti atmosferici, l’esposizione al sole senza un’adeguata protezione, la scarsa idratazione e lo stress.

La soluzione? Occhiali da sole anche di notte! Non esageriamo… qualche rimedio c’è ! Oltre a cercare di migliorare lo stile di vita (niente fumo e abuso di superalcolici, dormire almeno otto ore per notte e bere almeno tre litri d’acqua al giorno) viene in nostro soccorso la cosmesi.

Continue Reading

#TRENDSINPILLS: SAGOMATO

di Martina Antinori

La moda negli ultimi decenni ha lasciato grandi possibilità ad ognuno di noi. Ogni anno ci offre innumerevoli proposte da cui attingere per creare uno stile che ci rappresenti giorno dopo giorno. Le tendenze stagione dopo stagione si moltiplicano e si alternano, spariscono e ricompaiono, si mixano e convivono tra loro. Ma riusciamo ad identificarle e delinearle chiaramente in questo universo di opportunità? Forse no, ma perchè non provarci? #TrendsinPills è la nuova rubrica LolaGlam che mette a fuoco le principali tendenze fashion, per avere le idee più chiare e scegliere quello che fa per noi!

Il primo appuntamento con #trendsinpills sbircia nello stile sagomato. Linee pulite, essenziali e precise, quasi come tagli chirurgici. Uno stile sagomato e sofisticato, tra colori netti o nuance tenui e naturali. Non solo nelle forme dell’abito ma anche nelle sue applicazioni o nei suoi accessori, come cinture e cappelli. Nulla è lasciato al caso, non una linea, non una cucitura. Un trend che si esprime in diversi mondi: dai sapori orientali ad immaginari più futuristici, forse anche ad un passato non così remoto di possibili guerrieri fino alla contemporaneità vivace ma anche un po’ maschile. Il sagomato come total look o come parte di esso può acquisire innumerevoli significati: simbolo di determinazione, di pura essenzialità, di linearità di pensiero o diventare una personale armatura. Possiamo essere tutto ciò che vogliamo.. ad ognuno la propria interpretazione!

Sopra, da sinistra: Jaquemus SS17, Loewe SS17, backstage Jaquemus, street look sagomato

Une Histoire d’Orangers

di Anna Maria Negri

L’Artisan Parfumeur  ha lanciato Histoire d’Orangers, una nuova fragranza unisex, che non è soltanto un bel nome, ma anche l’evocazione di un bel ricordo, quello della creatrice del profumo Marie Salamagne, all’ombra degli alberi d’arance amare. Maria Salamagne, appassionata di danza e di pittura e alla continua ricerca di emozioni coinvolgenti, ha viaggiato molto. Riporta da ogni viaggio ricordi fragranti nei suoi taccuini, le cui note si traducono in formule di profumi sensuali. Un avventura che ha lasciato un’impronta profonda in lei, rendendola una persona diversa, è stato il viaggio in Marocco nella valle di Souss, ai piedi delle colline dell’ Anti-Atlas, tra i paesaggi maestosi di Tazenaght e i colori del tramonto sui bastioni di Taroudant. Histoire d’Orangers è un tributo alla memoria del contrasto tra il calore del suolo che crea il terreno con il sole a picco e la freschezza dell’ombra degli alberi di arance amare.

In testa si riconosce subito la purezza dell’olio essenziale di neroli, dolcemente squisito e leggero mentre l’impronta digitale molecolare di tè verde sembra aumentare di peso. Segue il fiore d’arancio e il muschio hevletolide, un versatile ingrediente sintetico realizzato dalla società Firmenich, che grazie alle leggere sfumature fruttate di pera matura aggiunge un’atmosfera meravigliosa senza alcuna connotazione animale. Il fondo del profumo, ispirato dall’atmosfera marocchina, evoca le note solari con un sovradosaggio di ambrox , come tessuto di seta sulla pelle riscaldata dal sole , che duetta con la fava tonka dalla morbida sfaccettatura mandorlata e fa da eco all’olio di argan che si trova ovunque nella valle di Souss. Histoire d’Orangers, evoca più che un semplice souvenir: rammenta luoghi e sensazioni altrimenti evanescenti nella memoria, catturando effluvi olfattivi in un sillage che celebra la luminosità del Mediterraneo.

PELLE: PROTEZIONE E IDRATAZIONE PER L’ESTATE

di Anna Maria Negri – foto Vincenzo Patruno

Quando si parla di estate inevitabilmente si parla di pelle che, essendo la struttura più esterna del nostro corpo, rappresenta una barriera indispensabile a mantenere l’idratazione dell’organismo entro valori fisiologici. Fattori differenti, esterni o interni al nostro organismo, possono pregiudicare le riserve idriche della cute. Senza dubbio bisogna bere molta acqua e fare scorta di vitamine e sali minerali, mangiando molta frutta e verdura. Però bisogna anche proteggere adeguatamente la pelle dall’esposizione solare dei raggi UV. Durante il corso della giornata e in modo costante tutto l’anno riceviamo sulla nostra pelle gli UVA, mentre gli UVB diventano intensi soprattutto in estate e sono al massimo intorno a mezzogiorno. Il 10% degli UVB e il 30% degli UVA penetrano nel derma, con un’azione negativa diretta (danneggiano il DNA cellulare) ed una indiretta (produzione di radicali liberi). Non vanno quindi mai sottovalutati i rischi correlati all’esposizione solare e la protezione e la sicurezza devono essere massime, soprattutto nei bambini la cui pelle è più immatura, meno spessa e organizzata rispetto a quella di un adulto e quindi più vulnerabile al sole. Ecco 4 prodotti “alleati”

Continue Reading

LOUIS VUITTON, iL PROFUMO HA UNA SECONDA PELLE

di LolaGlam

Per Louis Vuitton utilizzare il cuoio durante la progettazione delle Travel Cases per i propri profumi è stata semplicemente una scelta naturale. Se lo spirito del viaggio potesse trasformarsi in un materiale tangibile e malleabile e poi ispirare le più belle creazioni della Maison, assumerebbe proprio la forma del cuoio: il cuore del savoir-faire Louis Vuitton, dalla pelletteria alla profumeria. È questo lo spirito con cui hanno preso vita le Travel Cases, un’elegante linea di custodie che abbracciano le boccette come una seconda pelle, per un trasporto sicuro in qualsiasi viaggio, che sia verso mete lontane o vicine. Pratiche e leggere, queste custodie permettono di rinnovare l’esperienza olfattiva delle fragranze ogni volta che lo si desidera durante tutto il giorno e in qualsiasi luogo. Grazie ad un’elegante fibbia, le custodie da 100ml e 200ml avvolgono e proteggono le bottiglie con stile. Il Flaconnier invece contiene tre fragranze, e si ispira ai bauli che furono progettati per le eleganti signore degli anni ’20. Gli elementi distintivi di Louis Vuitton si ritrovano tutti, dal rivestimento imbottito con motivo «malletage» e cinghie in ecru, agli angoli rinforzati, al lucchetto inviolabile «multigorges» che caratterizza ogni baule Louis Vuitton dal 1890. La leggenda vuole che Georges Vuitton, figlio di Louis, sfidò perfino Henry Houdini a liberarsi da uno dei suoi lucchetti… Il pellame è in cuoio naturale, signature della Maison, che si trova anche nelle fragranze con l’infuso di cuoio creato da Jacques Cavallier Belletrud. Proprio come un profumo vive in modo unico su ogni singolo individuo, il cuoio segue la vita del suo proprietario, con un’intimità ancora maggiore e, nel tempo, sviluppa una patina unica e diversa ogni volta. Così come la pelle e il cuoio diventano un unico elemento, anche la custodia e il profumo si fondono, in maniera ideale per qualsiasi viaggio.

Suarez e i preziosi Amuleti di Frida

di Anna Maria Negri

Con la nuova collezione di gioielli “Gli amuleti di Frida“, il Grupo Suarez entra in un territorio creativo che dà libertà al colore e all’espressività. Per realizzarla Suarez ha impiegato cinque mesi solo per creare il mood-board, studiare il tema, realizzare gli schizzi iniziali, selezionare i disegni finali e completare il lungo processo di selezione delle materie prime. Composta da oro rosa e zaffiri multicolori di alta qualità e resa ancor più speciale dalla loro originale armonia cromatica, la collezione “Los Amuletos De Frida” (dedicata a Frida Kahlo) si ispira, con un sorprendente potere simbolico ed emotivo, a motivi tipici della cultura messicana: la croce, il cranio e il cuore sacro sono tutte icone di culto che si possono vedere sugli altari in Messico. I tre motivi hanno connotazioni molto positive e per questo motivo sono state utilizzate nella creazione di questa collezione di amuleti che rappresentano una celebrazione della vita e allo stesso tempo onorano i morti. Gli zaffiri, provenienti dal Madagascar, sono stati accuratamente selezionati dalla famiglia Suárez : il 99,5 % delle pietre sono state scartate, in modo da ottenere nient’altro che i migliori colori e la più lucente brillantezza.

Da un lotto di circa 24.000 zaffiri multicolori da 1 mm, sono state scelte singolarmente le pietre dalla tonalità fragola per i cuori pavé della collezione. La progettazione e realizzazione di questi pezzi squisitamente esotici in oro bianco e rosa, vanta un decennale stile estetico di artigianalità, che si riflette ulteriormente nel rivestimento interno dei pezzi, impreziosito da cuori per migliorare ulteriormente il loro valore emotivo.

Emiliano Suárez Faffián, pioniere del commercio di gioielli e orologi, fondò il primo negozio di gioielli a Bilbao nel 1943. Con una evoluzione in quello che oggi è conosciuto come Grupo Suarez, con 19 punti vendita in tutta la Spagna: Bilbao, Madrid, Barcellona, Marbella, Alicante, Murcia, Valencia, Siviglia, Saragozza, A Coruña, Palma di Maiorca e Oviedo. Da più di 40 anni la famiglia Suárez ha viaggiato per selezionare personalmente le materie prime dal loro luogo d’origine. Oggi, continuano a fare pezzi unici di gioielli con un livello di competenza riconosciuto in tutto il settore. La società vanta quasi 75 anni di esperienza, oltre ad una reputazione e prestigio molto apprezzati nel mondo del lusso.